Una mobilità urbana diversa, ripensata per integrare diversi mezzi di trasporto garantendo il distanziamento e, nel contempo, il rispetto dell'ambiente. Land Rover lancia un'offerta dedicata a coloro che utilizzano l'auto in città dando loro la possibilità di eseguire gli spostamenti dell'ultimo miglio con un mezzo alternativo, versatile ed ecologico: il monopattino elettrico. La Casa inglese proporrà infatti un'edizione limitata dei propri modelli Range Rover Evoque e Discovery Sport offrendo come dotazione un Segway-Ninebot MAX G30.

Land Rover Defender, arriva l'ibrido plug-in. Diesel tutti 3 litri mild

Mobilità urbana

L'auto è uno dei mezzi migliori per rispettare le norme di distanziamento sociale in epoca di Covid, ma spesso il traffico e la scarsità di parcheggio la rendono di difficile utilizzo. Land Rover ha deciso di ovviare a questo problema offrendo ai suoi clienti un mezzo alternativo come il monopattino elettrico per percorrere gli ultimi chilometri di strade cittadine dopo aver posteggiato l'auto. Un esempio di mobilità integrata che punta a facilitare gli spostamenti.

L'iniziativa è stata pensata dopo che uno studio ha rivelato il sempre maggiore utilizzo di questi mezzi per la mobilità urbana individuale da parte dei clienti Land Rover. L'indagine, condotta a giugno, ha registrato il trend dell'uso dei monopattini elettrici in costante crescita, portando alla nascita di queste versioni speciali, realizzate in collaborazione con il leader del settore, Segway.

Jaguar Land Rover, il touchscreen superato dal Predictive Touch

Per godersi la città

Land Rover ha deciso di offrire la possibilità dell'abbinamento auto-monopattino con i suoi due modelli più urbani, la Evoque e la Discovery Sport. La Casa produrrà 200 esemplari con questo allestimento, che comprende il tetto panoramico per godersi a pieno ogni viaggio in città. Le Evoque e Discovery Sport con Segway saranno in vendita da ottobre a dicembre.

“In un momento di grandi cambiamenti nella mobilità in generale ed in particolare di quella urbana - ha spiegato il presidente di Jaguar Land Rover Italia, Daniele Maver - la soluzione migliore consiste in un modello integrato che prevede l’uso della vettura per la parte principale del percorso per poi passare a mezzi più’ piccoli e versatili con cui arrivare a destinazione, spostandosi dal parcheggio, alla sede di lavoro, ad esempio, senza incidere sul traffico e sull’inquinamento ambientale. La partnership con Segway-Ninebot ci permette di avere un monopattino tecnologicamente avanzato, da ripiegare e riporre all’interno del bagagliaio, per spostamenti sempre più’ sostenibili”.

Milano, comprati 448 veicoli green con gli incentivi del Comune