Da un modello nato per celebrare i 40 anni di storia nel 2016 a un proposta di sportività perfezionata che ritorna, amplia la gamma GTI e sposa la tecnologia di Golf 8. Così, Volkswagen Golf GTI Clubsport, che strizza l’occhio a chi non rinuncia a una puntata in pista di tanto in tanto. Meglio ancora se l’opportunità è di girare al Nurburgring, per il quale ha l’assetto ideale, perlomeno nelle regolazioni elettroniche dei sistemi, ritagliate su misura.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Non c’è l’escalation delle potenze in gioco, il motore 2 litri turbo benzina eroga 300 cavalli e 400 Nm, sempre più dei 290 cavalli in overboost della prima Clubsport, 10 meno della sua declinazione Clubsport S – che per Golf 8 non verrà offerta –.

Assetto, controlli integrati

C’è, piuttosto, il controllo integrato di tutti i sistemi chiamati in causa nella gestione della dinamica di marcia. L’elettronica dell’assistenza alla guida e non solo. Il Vehicle Dynamics Manager può contare su un componente in più da parametrare rispetto all’XDS di Golf GTI.

Un vero differenziale autobloccante, a controllo elettromeccanico, per scaricare la coppia sulle ruote anteriori e massimizzare la trazione. Gestirà il differenziale e abbinerà le tarature ottimali del DCC, la regolazione elettronica degli ammortizzatori, optional su Golf GTI.

Un mondo di hot-hatch, da Golf GTI a Mercedes-AMG A45 S

Una modalità specifica Nurburgring avrà i controlli elettronici regolati sulle caratteristiche della Nordschleife.

Stile Clubsport riconoscibile al volo

I tratti distintivi della nuova Golf Clubsport sono in un design dal frontale con una fascia paraurti quasi completamente aperta, le maglie a nido d’ape sono l’elemento principe, abbinato a modesti ritocchi in chiave aerodinamica, che quasi si fatica a notare. È il caso dei piccoli profili sui passaruota, anteriori e posteriori, mentre l’idea di sportività è amplificata da elementi sottoporta più pronunciati.

I cerchi da 18 pollici sono un contenuto di serie, al pari dell’assetto con altezza da terra 10 mm inferiore se confrontato con Golf GTI. Al retrotreno, la Clubsport sarà riconoscibile al volo per lo spoiler in due elementi, il disegno del diffusore sul paraurti specifico e, soprattutto, i terminali di scarico ovali anziché perfettamente tondi.

Sfoglia il listino Volkswagen: tutti i modelli sul mercato

All'interno non è da meno la personalizzazione, tra sedili sportivi rivestiti in ArtVelours, volante in pelle forata e leve del cambio DSG 7 marce, fino alla pedaliera in metallo.