Scava e scava, tra le aste esce sempre fuori qualche pezzo interessante, come la Ferrari F40 del 1990 appartenente alla collezione dell’ex pilota di Formula 1, Gerhard Berger, che sarà battuta (nel lotto 135) all’asta online RM Sotheby’s di Londra, in chiusura il 31 ottobre. Scontato ipotizzare che questa Ferrari scatenerà battaglie al rialzo.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Acquistata da Berger un anno fa

L’ex pilota ha fatto parte della scuderia del Cavallino per due volte (prima tra il 1987 e il 1989 e poi nel 1993-95). Nella sua carriera ha vinto 10 gran premi in 210 gare totali tra il 1984 e il 1997. Aveva acquistato la Ferrari F40 appena un anno fa ma ha già deciso di venderla. Il suo valore? Gli esperti di RM Sotheby’s stimano una cifra intorno a 1 milione e 100mila sterline, ovvero 1 milione e 210mila euro.

Sfoglia la gamma Ferrari: tutti i modelli sul mercato

La sua storia

Ma prima di arrivare nel garage di Berger, qual è stata la storia di questa incredibile auto? Prodotta nel 1990 a Maranello, passa prima da un concessionario di La Spezia per poi essere rivenduta a un collezionista appassionato di auto di Singapore, attraversando mezzo mondo. Nel 1993 cambia di nuovo casa, finendo in Giappone, tre anni dopo arriva in Germania dove viene affidata alle sapienti cure della concessionaria ufficiale del marchio Penske Sportwagen di Amburgo. Proprio qui, i tecnici mettono mano a telaio e meccanica: gli interventi fatti ammontano a 80mila euro. Questa è l’ultima tappa prima dell’ormai ex proprietario Berger.

La Ferrari F40 in trent’anni di vita ha percorso solo 30mila km, monta un V8 biturbo di 2,9 litri che eroga una potenza di 478 CV. Chissà chi sarà il fortunato (e ricco) vincitore dell’asta? Oltre all’auto, si porterà a casa il manuale di uso e manutenzione, la documentazione prodotta da Ferrari Classiche, il libretto dei tagliandi e quello storico completo del mezzo.

Distrugge la Ferrari F40 dopo mezz'ora: danno da record