Honda come FCA, fa “pool” con Tesla per i crediti verdi

Honda come FCA, fa “pool” con Tesla per i crediti verdi

La Casa giapponese ricorre allo stratagemma per evitare le multe per il superamento dei limiti di emissioni

di Francesco Forni

4 novembre 2020

Il management di Fiat Chrysler Automobiles ha fatto scuola. Anche Honda entra nel pool di FCA e Tesla per mondare la situazione in merito al rispetto dei limiti di emissioni di CO2 imposti dalla UE.

Le multe milionarie sono alle porte, il confine dei 95 g/km di CO2 di media per ogni vettura venduta non è arginabile nel 2020/21 per molti Costruttori.

Honda Jazz Crosstar, la prova VIDEO

Honda Jazz Crosstar, la prova VIDEO

E' la versione crossover della nuova Jazz che, rispetto al modello dal quale deriva, guadagna qualche centimetro in lunghezza e l'assetto rialzato. Sotto al cofano, resta il cuore full hybrid realizzato da Honda, con il motore termico che, in pratica, lavora per ricaricare le batterie delle due unità elettriche quando non è richiesta maggiore potenza. Ecco come va nella prova a cura di Arturo Rizzoli.

Guarda il video

Honda inclusa, la quale ha deciso di entrare nel “pool”, la via di fuga che l’UE ha concesso: condividere i numeri delle proprie flotte, per abbassare la media.

Tesla in questo momento è l’ancora di salvezza e questa situazione è una sorta di Eldorado per il Marchio di Elon Musk, che nei primi nove mesi dell’anno ricevuto circa 1,2 miliardi di dollari, oltre 130 milioni di dollari al mese.

Honda è entrata nel giro, le cifre dell’accordo non sono note, ma il pooling evidentemente paga: o meglio, non fa sborsare miliardi, potendo concentrare risorse per lo sviluppo di prodotti a basse e zero emissioni che permetteranno di evitare qualsiasi sanzione nel futuro prossimo.

Vale per Honda, vale per Fiat Chrysler Automobiles, che con Tesla è legata fino al 2021: poi l’imponente elettrificazione di PSA, che sarà condivisa, cambierà le carte in tavola.

Auto Focus con Simone Mattogno (Honda)

Auto Focus con Simone Mattogno (Honda)

Ospite della nuova puntata di Auto Focus, il direttore generale di Honda Italia, Simone Mattogno. Ecco come la Casa giapponese ha reagito alla crisi scatenata dal coronavirus e quali strategie ha preparato per uscirne

Guarda il video

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi