Con i recenti avvenimenti dovuti al Covid, il mercato dell’automotive ha inevitabilmente subito una brusca frenata. Nonostante questo, però, dopo gli incentivi messi a dispisizione per l'acquisto di una nuova autovettura era tornata a splendere la luce sul mondo delle auto. Anche se il mese di ottobre ha nuovamente fatto segnare una battuta di arresto. Questo non ha fermato gli ottimi numeri fatti registare da Suzuki.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Boom di vendite in Italia

La Casa di Hamamatsu, infatti, grazie anche ai recenti piani finanziari agevolati è riuscita ad avere una grande risposta nel campo delle vendite in era post-covid. Dopo aver festeggiato un settembre da prima nella classe sul fattore delle vendite in Italia – miglior mese di sempre nel nostro mercato – la Casa giapponese non accenna a fermarsi, facendo registrare anche ad ottobre la miglior crescita di volumi rispetto a quella osservata nell’ottobre dello scorso anno. Per questo motivo, ad oggi, risulta ancora una volta tra i primi trenta marchi del mercato automobilistico italiano.

Alcuno dati

Sul piano meramente numerico, Suzuki ha immatricolato un totale di 4.951 vetture. Una cifra che risulta essere la seconda migliore in Italia – la prima, appunto, quella di settembre 2020 - mai fatta registrare dalla Casa nipponica. Se diamo uno sguardo ai dati di ottobre 2019 è facilmente osservabile, quindi, una netta crescita nelle performance di vendita: le Suzuki immatricolate a ottobre dello scorso anno, infatti, erano solamente – si fa per dire - 3.550. La Casa di Hamamatsu, dunque, in questo nuovo anno è riuscita a segnare un bel + 39,46%, nonostante tutte le difficoltà sopraggiunte in questo difficile periodo.

Sfoglia la gamma Suzuki: tutti i modelli sul mercato

L’ibrido Suzuki convince tutti

Questi dati, molto probabilmente, sono dovuti alla grande fiducia che gli automobilisti hanno iniziato ormai da tempo a riporre in Suzuki, ma soprattutto sulla sua gamma interamente ibrida. L’ottobre fatto segnare dalla Casa giapponese, infatti, è stato anche frutto del successo di Suzuki Ignis. Quest’ultimo è stato il terzo SUV ultracompatto più venduto del mese nel suo segmento di riferimento, con ben 2.131 immatricolazioni. Un successo, quello di Suzuki, che passa soprattutto dalla sua gamma di modelli a zero impatto ambientale. Un segno, dunque, che le persone stanno virando i loro obiettivi di acquisto su vetture sempre più in grado di fornire costi ridotti, basse emissioni e massimo comfort.

Nuova Suzuki Ignis ibrida, prova di ripartenza