Più che una macchina un laboratorio, travestito da salotto, entrambe viaggianti, volendo anche per conto proprio, cioè senza guidatore. È davvero difficile, quando sei a bordo della nuova Mercedes Classe S - quasi 70 anni di vita - comprendere il confine tra presente e futuro. In realtà, la scelta di Stoccarda è chiara. Lo aveva anticipato il capo di tutte le... Stelle, Ola Källenius che Mercedes si sarebbe concentrata sulle grandi macchine di lusso. Questione di margini di profitto, che qui sono più ampie. Ma toccare con mano il laboratorio, è come prendere a braccetto un pezzo di presente e quello che resta del futuro. Ci vorrebbe un libro per spiegare quanta “roba” c’è dentro nuova Classe S. È il simbolo di digitalizzazione e tecnologia su quattro ruote, capace di mettere l’uomo, con i suoi sensi, al centro di tutto.

Mercedes-AMG GT 63 S, nuovo record per ammiraglie al Ring

Ogni desiderio è un ordine

Si comincia con la seconda generazione dell’MBUX, l’interfaccia guidatore-auto che con il suo display principale, dei cinque disponibili (due anche per i passeggeri dietro!), permette al conducente di cogliere l’ambiente in formato tridimensionale, mentre l’head-up display offre contenuti visivi in realtà aumentata grazie ad una superficie che corrisponde a un monitor con diagonale di 77 pollici.

E abbiamo appena iniziato. Perchè l’MBUX - che comprende 27 lingue diverse - sfrutta telecamere e algoritmi con capacità di apprendimento per riuscire ad interpretare i comandi con la direzione della testa, quelli delle mani, insomma il linguaggio corporeo, per eseguire tutto, o quasi, quello che desiderate. Il trionfo dell’intelligenza artificiale.

Supportata, per rimanere all’interno, da tanta tecnologia. Un esempio? Esistono 10 diversi programmi per i massaggi, garantiti da 19 motorini, mentre altrettanti regolano temperatura e distribuzione dell’aria, nonchè gli sportelli dell’aria. Agli appassionati di musica, sembrerà di ascoltare - dal vivo - un concerto di qualche Filarmonica “accerchiati” dai 31 altoparlanti del Surround Sound System Burmester. Per finire allo schermo da 12,8” montato in verticale, con grafica super.   

Mercedes-AMG GT Mercedes, ibride ed elettriche avranno il dna sportivo S, nuovo record per ammiraglie al Ring

Lo spettacolo silezionso in salsa ibrida plug-in

Girando attorno al... laboratorio, si comprende come la nuova piattaforma, MRA II, abbia regalato cm ovunque a nuova Classe S: 5,18 metri di lunghezza (+5 cm), passo di 3,11 metri (+7 cm) e bagagliaio di 550 litri (+ 20 litri, ma sulle ibride siamo a 370 litri). Senza dimenticare la dieta da 60 kg, risultato ottenuto grazie al maggior utilizzo di acciai ad alta resistenza e alluminio.

Ma lo spettacolo vero, riprende quando si mette in moto: ci avvolge un silenzio quasi totale nononostante nuova Classe S non sia (ancora) elettrica, ma ibrida plug-in, con 100 km di autonomia a zero emissioni (velocità massima in elettrico 140 km/h). Il motore 6 cilindri a benzina è “aiutato” da un elettrico da 110 kW (150 cv) e 440 Nm. La batteria da 28,6 kWh si ricarica fino ad un massimo di 11 kW in corrente alternata e fino a 60 kW in corrente continua, per un pieno in 30’. 

Mercedes EQC 4x4², prove di Classe G e fuoristrada elettrico estremo

Un salotto col prezzo da 107.644 euro

Dettagli, di fronte all’altro valore aggiunto di nuova Classe S che arriva, ancora, da una tecnologia estremamente raffinata. Da una parte il Drive Pilot, azionabile dal volante spingendo i due tasti in alluminio sul volante. Siamo alla guida assistita di livello 3 - fino a 60 km/h - già predisposta per passare al livello 4. Un sistema affinato, poco invasivo nelle correzioni di velocità e traiettoria e in grado - l’abbiamo visto con i nostri occhi - di parcheggiare l’auto lasciata dal conducente all’ingresso ad un silos in maniera completamente autonoma, sfruttando anche le ruote posteriori sterzanti, che rendono il diametro di sterzata simile a quello di un’utilitaria (11 metri, 2 metri in meno rispetto a un retrotreno tradizionale).

Dall’altra, l’assetto E.-Active Body Control che, in caso di impatto laterale imminente con un’altra vettura, è in grado di far sollevare la carrozzeria di 8 cm, mentre l’innovativo, con l’innovativo airbag posteriore a ridurre sollecitazioni a collo e testa per i passeggeri posteriore. Vi starete chiedendo, come va su strada: secondo voi? Il prezzo? Dettagli: varia da 107.644 a 137.521 euro. Volevate risparmiare qualcosa su un laboratorio viaggiante?

Mercedes Classe G da corsa firmata dal direttore artistico di Louis Vuitton