Che sia il mondiale Endurance in Classe GTE o la Le Mans, oppure le categorie nazionali e internazionali in Classe GT3, devi sottostare a regolamenti tecnici che bilanciano il campo e rendono possibile la competizione tra formule diverse. Briglie che Ferrari 488 GT Modificata scioglie per presentarsi nella configurazione più estrema e prestazionale ai clienti sportivi.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Pochi esemplari, inizialmente proposti a quanti hanno corso nel programma Competizioni GT Ferrari o ai clienti del Club Competizioni GT, potranno essere guidati in pista e nel corso degli eventi organizzati dal Cavallino rampante, 5 già in programma nel 2021.

Motore V8 in tutto il suo potenziale

Tra le mani dei gentlemen drivers andrà una 488 profondamente rivista rispetto alle specifiche che hanno trionfato nel mondiale WEC, alla 24 Ore di Le Mans, nelle competizioni in Classe GT3 (oltre 350 vittorie all'attivo per la 488), a partire dal motore V8 biturbo. Senza Balance of Performance e la possibilità di utilizzare mappature spinte, il propulsore eroga 700 cavalli, ottenuti con l’adozione di materiali derivati dalle competizioni e la riprogettazione di alcuni componenti.

Potenza trasmessa su una linea di trazione con frizione in fibra di carbonio e un cambio proposto con differenti scale di rapporti. Dove i regolamenti impongono limitazioni al carburante utilizzabile o restrizioni sull’aspirazione, il V8 ella 488 GT Modificata è libero di esprimersi e spingere una configurazione aerodinamica da alto carico.

Aero, più carico davanti

Il pacchetto è frutto delle sessioni di sviluppo condotte al Nurburgring, ottimizzato per arrivare a produrre maggior carico sull’anteriore a drag invariato. Un’operazione possibile grazie alla variazione del centro di pressione aerodinamica, spostato verso l’anteriore, con la conseguenza di rendere l’assetto aerodinamico della 488 GT Modificata più sensibile agli interventi di variazione di incidenza dell’ala posteriore. In valori assoluti, il progetto sviluppa oltre 1000 kg di carico già a 230 km/h.

Ferrari, l'ibrido V6 torna in pista a Fiorano

Detto della carrozzeria in carbonio, con l’eccezione di montanti e tetto – in alluminio –, la “M” adotta sospensioni condivise con 488 GTE mentre l’impianto frenante prevede un mix di freni Brembo con pinze a bassa coppia residua e l’ABS della GT3 Evo 2020 con tarature differenti.

Comparto elettronico nel quale collocare la raccolta dati con telemetria Bosch e l’acquisizione V-Box, la presenza dei sensori di temperatura e pressione delle gomme in tempo reale, la retrocamera ad alta definizione.

Sfoglia il listino Ferrari: tutti i modelli sul mercato

Il Club Competizioni GT porterà in pista i clienti in 5 eventi, oltre le Finali Mondiali 2021: negli USA sul Virginia Raceway International e a Watkins Glen, in Europa a Monza e al Nurburgring, in Asia a Suzuka.