Aston Martin DBX Bowmore Edition, edizione limitata... distillata

Aston Martin DBX Bowmore Edition, edizione limitata... distillata

Limited edition di 18 esemplari della divisione Q del Marchio per celebrare la collaborazione con la leggendaria distilleria di whisky single malt

di Francesco Forni

10 dicembre 2020

Auto e superalcolici stavolta vanno a braccetto, perché si tratta di eccellenze. Saranno prodotte solo Aston Martin DBX Bowmore Edition, realizzate dalla divisione Q del Marchio per celebrare la collaborazione con la prestigiosa distilleria di whisky single malt.

Aston Martin DBX Bowmore Edition

Aston Martin DBX Bowmore Edition

Serie speciale della divisione Q del Marchio per celebrare la collaborazione con la leggendaria distilleria di whisky single malt.

Guarda la gallery

Aston Martin DBX, la prova tra pista e fango

Così l'ha introdotta Marek Reichman, Executive Vice President & Chief Creative Officer di Aston Martin. “Aston Martin DBX ha fornito la tela perfetta per il massimo livello di personalizzazione Q by Aston Martin. I marchi Aston Martin e Bowmore condividono la stessa visione di creazione di una bellezza senza tempo e un’eredità duratura, fedele alla loro eredità, ma anche di abbracciare nuovi metodi e approcci, e questo si riflette nell’edizione DBX Bowmore. Le strisce degli alambicchi per whisky in rame sono intarsiate nei cinturini laterali e il Bowmore Tweed dona un accento in più agli interni; Q by Aston Martin ha creato ancora una volta una bellissima Aston Martin in edizione limitata”.

Aston Martin DBX, il test drive VIDEO

Aston Martin DBX, il test drive VIDEO

Il nostro Roberto Gurian ha sporcato il primo SUV della Casa di Gaydon, già in vendita e che mira ad aprire nuovi orizzonti alla Aston Martin. Ecco la prima prova tra pista e fango

Guarda il video

Tra tradizione e innovazione

Tutto speciale, a partite dalla livrea, chiamata Bowmore Blue, un colore d’archivio esistente che è stato riportato in esclusiva da Q by Aston Martin appositamente. Ma si potrà ovviamente  scegliere un colore alternativo per la vernice esterna se lo desiderano. La vernice Xenon Grey, che mostra ovunque una macchia blu metallizzata, sarà offerta come opzione esterna aggiuntiva. Gli intarsi in rame con marchio Bowmore che utilizzano il rame del whisky originale sono stati utilizzati anche per accentuare le cinghie laterali del DBX, come un cenno alle tradizioni mantenute dall’azienda.

In abitacolo si possono scegliere gli ambienti  Obsidian Monotone o Copper Tan Metallic / Obsidian Duotone. Sono molti i dettagli di design Q by Aston Martin come i portabicchieri in rame lucido realizzati in rame riciclato dall’originale Bowmore. L’intarsio del rivestimento della console centrale, nero lucido, presenta dettagli in lamina di rame su misura posati a mano. Presenti anche la coperta da picnic in tweed Bowmore e un sofisticato borsone in pelle.

Confermato ovviamente il motore V8 biturbo da 4,0 litri, messo a punto per erogare 550 CV e 700 Nm di coppia.

La chicca sarà alla consegna

I 18 proprietari saranno invitati a un’esclusiva esperienza del programma Aston Martin Art of Living in Scozia. A Edimburgo dove riceveranno la loro vettura, e potranno intraprendere un viaggio su strada di 170 miglia attraverso la campagna scozzese, visitando Loch Lomond e il Trossachs National Park, prima di salire sul traghetto diretto a Islay. Poi soggiorno di tre notti un tour privato della Bowmore Distillery dove potranno riempire personalmente la propria bottiglia di un Bowmore di 39 anni, appositamente selezionato, direttamente dalla botte.

Avranno inoltre accesso esclusivo al caveau No 1, il più antico magazzino di maturazione al mondo. La sintonia tra i due Marchi è datata,  Bowmore ha già creato “Black Bowmore DB5 1964“, che riunisce un single malt eccezionale a un vero pistone della leggendaria Aston Martin DB5. E proseguirà anche in futuro.

Aston Martin V12 Speedster, primi test su strada del prototipo

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi