Goodbye, 4C. Alfa Romeo 4C Spider 33 Stradale Tributo è la serie speciale che saluta (anche) il mercato degli Stati Uniti d'America

La supercar  tascabile aveva riportato Alfa Romeo negli USA: ora si congeda con 33 esemplari che omaggiano una delle Alfa Romeo più affascinante del dopoguerra.

Alfa 4C, la prova completa di Auto

La 33 Stradale del 1967, creata dalla matita di Franco Scaglione, considerata una delle auto più belle di tutti i tempi e concentrato della tecnologia al vertice di Alfa Romeo.

Non sono sorelle, ma 4C ha tratto chiaramente l'ispirazione dalla 33 Stradale. Non avendo sotto bel vestito l'otto cilindri Alfa ha optato per altre qualità. La leggerezza, le emozioni di una guida pura.

Realizzata solo per il mercato americano (per chi volesse fare un tentativo c'è sales@alfaromeo.com) è la vettura che choude un capitolo emozionale. 

Tim Kuniskis, capo al livello globale di Alfa Romeo, l'ha introdotta così. “Dal momento della sua commercializzazione, nel 2014, 4C è stata un simbolo per Alfa Romeo, entusiasmando gli appassionati di tutto il mondo riportando il Biscione in Nord America. La 4C Spider 33 Stradale Tributo è instant classic che passa il testimone alla prossima generazione di iconici veicoli Alfa Romeo, incluso il crossover Tonale, che inizierà la produzione nel 2021”.

La livrea esterna è il il tri-strato Rosso Villa d’Este, cerchi in lega a 5 fori grigio-oro (18 pollici anteriori / 19 pollici posteriori). sedili sportivi in ??materiale composito e sedili in tessuto Dinamica e pelle color tabacco, replicando le tonalità della selleria di 33 Stradale: un bel parallelo.

La scocca in fibra di carbonio, caratteristica distintiva di 4C, presenta la finitura rossa trasparente. Un tocco speciale, assieme ad altri dettagli curati da del Centro Stile Alfa Romeo, che offre anche un ibrido dedicato alla 4C e alla 33 Stradale, in molti dettagli.

Presenti lo scarico Akrapovic, sospensioni dedicate, telo copri-auto, piccolo alettone posteriore, il carica-batteria, il tricolore sui retrovisori e le targhette con la numerazione progressiva.

Alfa Romeo Stelvio e Giulia, la gamma del 2021