Non ci sono solo Ferrari, Lamborghini, Pagani e poche altre Case di fama mondiale a rappresentare l'ingegneria automobilistica italiana nel mondo. Il nostro Paese è da sempre terreno fertile per la nascita di piccoli Costruttori, spesso orientati verso produzioni di lusso con numeri limitatissimi. Tra questi figura FV Frangivento, giovane società fondata nel 2016 da Paolo Mancini, Giorgio Pirolo e Carlo Pirolo, e che dopo anni di lavoro incessante ha dato vita alla hypercar Asfanè. Che, sfidando il tempo prima del lockdown natalizio, è stata portata negli Emirati Arabi per promuovere il Marchio là dove questo tipo di auto è particolarmente apprezzato.

Frangivento Charlotte, l'hypercar nella galleria del vento più alta del mondo

Missione lampo

Per far conoscere il loro primo modello, i vertici della Frangivento hanno deciso di eseguire una spedizione lampo portando un esemplare della Asfanè negli Emirati Arabi prima del lockdown natalizio in Italia, e soprattutto prima della conclusione della stagione 2020 di Formula 1. Il primo impegno istituzionale della hypercar infatti è stato quello in occasione del GP di Abu Dhabi, in cui l'auto ha fatto bella mostra di sé fuori dal circuito. Dove non era presente il pubblico, ma con i piloti e gli ospiti vip che hanno potuto ammirare le linee estreme e aerodinamiche della vettura.

Ora il viaggio della Asfanè sta proseguendo attraverso gli Emirati, e la vettura è al momento esposta presso il Dubai Mall. Un'occasione importante per la notorietà del Marchio, visto che nel Paese non è prevista una chiusura generalizzata durante questo periodo. Tra gli obiettivi di questa missione in terra araba, anche trovare nuovi investitori disposti a credere nel progetto Frangivento e la costruzione di due showroom a Dubai e Abu Dhabi.

“Sono lieto di avere questa opportunità di mostrare il design e la tecnologia di Frangivento – ha detto il professor Abdallah Raweh, ambasciatore del marchio Frangivento negli Emirati Arabi Uniti - Il concetto si basa sul meglio del know-how italiano degli ultimi 50 anni e lo traduce nel futuro. Il nostro obiettivo è rendere Frangivento un nome noto per design e prestazioni superiori. Dopotutto, siamo negli Emirati Arabi Uniti, il luogo perfetto per il meglio del meglio”.

Supercar, la top 10 delle sportive dimenticate

Hypercar ibrida

Realizzata nel polo produttivo di Moncalieri, a Torino, la Asfanè deve il suo nome alla frase “as fa nen”, che in dialetto piemontese significa “non si fa”. Un riferimento, questo, alle numerose porte chiuse che i fondatori del marchio hanno dovuto affrontare prima di poter concretizzare il sogno di produrre una hypercar ibrida made in Italy. Anticipata da una concept car nel 2016, la Frangivento sfoggia linee estreme e interni più che originali, e soprattutto una scheda tecnica da brividi: la Asfanè è infatti dotata di un motore V10 da 5,4 litri e 860 cavalli, che grazie ai 150 cv aggiuntivi dei motori elettrici montati sull'asse anteriore porta la potenza complessiva dell'auto a quota 1.010 cv.

In attesa di trovare ulteriori investitori per rafforzare le strutture del Marchio, la Frangivento ha già avviato il countdown per il lancio del suo prossimo modello, denominato GTXX, che verrà svelato il 4 aprile 2021.

McLaren Sabre, la hypercar svela il frontale