Due direttori generali a capo di Audi Sport. La nuova struttura manageriale, dal prossimo 1 marzo, vedrà operare accanto a Julius Seebach, Sebastian Grams.

Responsabilità ripartite tra prodotto e competizioni, attività motorsport che in futuro vedranno Seebach chiamato a riorganizzare l’impegno internazionale, mentre Grams – 41 anni –, un passato recente in Seat, curerà in particolare la presenza Audi Sport sul prodotto di serie: modelli ad alte prestazioni – sempre più elettrificati – e programmi di personalizzazione.

“Per noi il focus è sul dare forma alla mobilità di domani anche nel segmento delle alte prestazioni. Con Sebastian Grams e Julius Seebach abbiamo una squadra giovane, energica, che rappresenta una cultura manageriale aperta, flessibile e dinamica”, ha commentato Oliver Hoffman, già direttore dello sviluppo tecnico Audi Sport e presidente del Consiglio di sorveglianza

Audi Sport, crescita in doppia cifra

Per Grams si tratterà di un ritorno là dove iniziò la carriera, nel 2000, con Audi ma sul versante motorsport, controllato da Seebach dal dicembre 2020, posizione che va a sommarsi sul ruolo di direttore generale Audi Sport, incarico nel quale è operativo dal maggio 2019.

Sul fronte prodotto, Audi Sport presenterà il progetto di berlina sportiva e-tron GT, mentre lato competizioni sappiamo già dell’impegno futuro alla Dakar, con un buggy elettrico e batteria ricaricata da un motogeneratore termico.

Sfoglia il listino Audi: tutti i modelli sul mercato

Neckarsulm da un lato, sito della produzione di serie – con 1.300 lavoratori impiegati –, Neuburg an der Donau dall'altro, per le competizioni, sono i due poli intorno ai quali gravitano le attività Audi Sport e Audi motorsport, divisione la prima reduce da un 2020 chiuso con un +16,1% sul risultati di un anno prima, per un totale di 29.300 esemplari Audi Sport consegnati, tra i 12 modelli Audi R e Audi RS a listino.