Le auto a propulsione elettrica sono per molti la soluzione ideale per un futuro migliore. Proprio per tale motivo, dunque, la Giunta della Regione Lombardia - su proposta presentata dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo - ha da poco approvato una delibera che destinerà ben 36 milioni di euro per il rinnovo del parco veicolare lombardo grazie all’adozione di mezzi a basso impatto ambientale.

Bonus auto, attivati gli incentivi per il 2021

18 MILIONI GIÀ DISPONIBILI

Secondo quanto fa sapere la stessa Regione, le risorse messe in campo dalla Lombardia saranno cumulabili con quelle messe a disposizione dal Governo: con 18 milioni disponibili fin da subito e altrettanti disponibili già dal prossimo 2022.

Stiamo passando – ha fatto sapere l’assessore Cattaneo – come da programma, alla fase operativa, già annunciata ai primi di gennaio. I 36 milioni di euro della delibera sono un mix di risorse statali, derivanti dagli accordi per la qualità dell’aria, e di risorse regionali. Il nostro obiettivo è chiaro: promuovere e stimolare il rinnovo del parco veicolare lombardo per migliorare l’ambiente.”

TEMPISTICHE E PROCEDURA

Sempre stando alle informazioni che la Regione Lombardia ha divulgato in questi giorni, il prossimo 11 febbraio verrà attivato sulla piattaforma legata ai bandi l’avviso pubblico per la profilazione dei rivenditori dei veicoli.

Il 20 febbraio, poi, sarà pubblicato il bando attuativo, lo stesso con cui i cittadini potranno prendere conoscenza di tutti i contenuti. Successivamente, dal 1° marzo in poi (giorno di apertura del bando), sarà finalmente possibile presentare le domande – ricordiamo che l’assegnazione del contributo avviene secondo l’ordine cronologico di prenotazione telematica - e accedere ai contributi, che saranno erogati tramite uno sconto applicato direttamente delle concessionarie. Quest’ultime, poi, riceveranno il rimborso dalla stessa Regione.

INCENTIVI PER CLASSE DI APPARTENENZA

Le agevolazioni previste dalla Regione Lombardia prevedono un diverso importo legato alla classe di appartenenza e ai livelli di emissione del veicolo che si vorrà acquistare:

- 8.000 euro per auto a zero emissioni (elettriche o idrogeno); 4.000 euro (senza rottamazione);

- 5.000 euro per auto con emissioni Co2 ≤ 60 g/km e NOX ≤ 85.8 mg/km;

- 4.000 euro per auto con emissioni Co2 ≤ 60 g/km e con NOX ≤ 126 mg/km;

- 4.000 euro per auto con emissioni comprese tra 60 e 110 g/km e con NOX ≤ 85.8 mg/km;

- 3.000 euro con emissioni comprese tra 60 e 110 g/km e con Nox ≤ 126 mg/km;

- 3.000 euro con emissioni comprese tra 110 e 145 g/km e con Nox ≤ 85.8 mg/km;

- 2.000 euro con emissioni comprese tra 110 e 145 g/km e con Nox ≤ 126 mg/km.

420 MILIONI DALLO STATO

Come detto, le risorse della regione Lombardia si aggiungo ai 420 milioni già stanziati dal Governo - divisi secondo uno schema che prevede 120 milioni per elettriche e ibride, 250 milioni per le auto con motorizzazione tradizionale e il resto destinato ai veicoli categoria N1 e M1 speciali – che già in queste ore hanno visto ridursi di un terzo, anche se solo per quel che riguarda gli importi destinati alle auto a combustione tradizionale.

Ecobonus 2021: vetture con motore termico, un terzo dei fondi già esaurito