McLaren ha provocato, Ferrari ha risposto. La rivalità tra Woking e la Rossa di Maranello è storica e ha trovato recentemente un nuovo terreno su cui misurarsi: le Drag Race. Il primo atto è stato archiviato, ma subito è andata in scena la rivincita.

DRAG RACE, ATTO SECONDO

Nel primo round, i due Marchi hanno portato sulla griglia di partenza la McLaren 765LT e la Ferrari F8 Tributo: sul quarto di miglio la coppia e la leggerezza di Woking sono stati determinanti per la vittoria finale nella disputa organizzata da Hennessey Performance. Allora Maranello ha scelto SF90 Stradale per la propria “vendetta” in accelerazione, sempre contro la McLaren 765LT. La nuova sfida è stata organizzata dal canale YouTube DragTimes, specializzato in confronti sul quarto di miglio, sulla stessa pista in Texas della prima competizione.

1.000 CV TOTALI

Ai 755 Cv e 800 Nm di coppia della McLaren, spinta dal V8 biturbo da 4,0 lt, Ferrari SF90 Stradale risponde con il motore ibrido che abbina i 780 Cv del V8 a tre propulsori elettrici, per una potenza totale di 1.000 Cv scaricati a terra, con cambio doppia frizione a 8 velocità e accelerazione 0-100 km/h in 2,5 secondi.

TRAZIONE ELETTRONICA

Quando le due sfidanti lasciano la linea di partenza, la Ferrari mostra tutto il suo valore: a fare la differenza è il complesso sistema di trazione elettronico, molto più performante rispetto alla F8 Tributo. Per la McLaren la sfida è molto più dura e difendersi dalla rivale sembra essere un’impresa impossibile.

Ferrari SF90 Stradale contro Fiat Panda 4x4, sfida sulla neve: chi vince? VIDEO