Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Peugeot abbandona i piani di sbarco in USA

Peugeot abbandona i piani di sbarco in USA

Stellantis ha già abbastanza Marchi di "peso" su cui puntare sul mercato nordamericano

di Francesco Forni

9 marzo

Niente America per il Leone. Peugeot ripone gli artigli, il Marchio francese di punta di Stellantis non sbarcherà nel mercato USA. Una marcia indietro prevedibile, rispetto al progetto di cinque anni fa, lanciato dallo stesso Carlos Tavares.

A trenta anni, era proprio il 1991, dal ritiro dagli Stati Uniti d’America, Stellantis ha deciso che non ci sarà il ritorno: il nuovo colosso dell’auto ha già molti Marchi, americani e non, impegnati sul territorio.

Tutti nomi di peso, legati a FCA, e Peugeot dovrà mettere da parte i sogni di gloria, nonostante un passato non anonimo negli USA. Conosciuta anche dal grande pubblico: in molti ricorderanno il mitico tenente Colombo (impersonato dall'attore Peter Falk) guidata una poco ben mantenuta Peugeot 403 Cabriolet del 1956.

Troppa carne al fuoco in USA

Rimarrà una chimera, Automotive News Europe cita un portavoce di Stellantis: il Gruppo ha intenzione di potenziare le Case già presenti. Come  Alfa Romeo con l’appena nominato Larry Dominique quale responsabile del Nord America, Maserati, e soprattutto, per volumi, Jeep, Ram, Chrysler e Dodge, che con SUV e pick-up vanno alla grande sul mercato a stelle e strisce.

Addio agli USA

Passa in archivio quindi il Push-to-pass, il piano che nel 2016 avrete dovuto progressivamente riportare Peugeot negli USA, partendo dal noleggio, dal car sharing e dai veicoli commerciali. Era stata individuato un quartier generale, ad Atlanta in Georgia e l’acquisizione di Opel, grazie al precedente legame con General Motors, avrebbe dovuto dare aiuto a procedimenti di omologazione in America. Niente da fare e non sarà un arrivederci per Peugeot.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi