Aston Martin Vantage F1 Edition, prestazioni da Safety Car

Aston Martin Vantage F1 Edition, prestazioni da Safety Car

L'edizione speciale replica le caratteristiche e soluzioni della Vantage che sarà Safety Car in Formula 1. Più cavalli dal motore V8, assetto irrigidito, aerodinamica in grado di generare 200 kg di carico aggiuntivo

22 marzo

Come una Safety Car di Formula 1 ma omologata per girare su strada. Aston Martin Vantage F1 Edition segue pari pari le soluzioni tecniche introdotte sulla nuova auto di sicurezza che debutterà in Formula 1 a partire dal GP del Bahrain.

Interventi mirati a estrarre prestazione dalla granturismo con motore V8 4 litri biturbo, che non ne eliminano il tratto più rifinito e curato - testimonianza ne è la massa in gioco - ma affilano il comportamento dinamico.

Sarà coupé e roadster, su strada da maggio, quando avverranno le prime consegne a seguire una fase di ordini già aperti. Il prezzo di Aston Martin Vantage F1 Edition? Sul mercato tedesco si parte da 162 mila euro per la versione chiusa.

Aston Martin Vantage F1 Edition

Aston Martin Vantage F1 Edition

Aston Martin rende disponibile per gli appassionati le soluzioni tecniche che trasformano Vantage V8 nella Safety Car di Formula 1. Motore più potente, assetto con ammortizzatori modificati, aerodinamica più spinta, regolazioni elettroniche di sterzo e cambio riviste. Prime consegne da maggio

Guarda la gallery

Prestazioni e motore 

Senza dubbio la più appagante al volante, perché più leggera - 1.570 kg contro i 1.645 kg della Roadster - e in grado di un allungo da 314 km/h, dove la scoperta di "ferma" a 305 orari. Entrambe assicurano uno zero-cento fulmineo, 3"6 contro 3"7, a vantaggio ovviamente di Vantage F1 Edition coupé. 

Cosa cambia, quindi, rispetto a una normale Vantage V8? Anzitutto la taratura del motore, dal quale i tecnici AMG hanno estratto 25 cavalli in più, per 535 complessivi e con 685 Nm di coppia, valore invariato. La curva di coppia tuttavia ha un'erogazione massima più ampia. Al cambio 8 marce automatico è stata abbinata un'elettronica di gestione, una mappatura, modificata nel taglio di coppia durante i passaggi di marcia in salita, per ridurre il vuoto di spinta. in scalata, invece, l'elettronica opera in modo più efficace nella stabilità durante le fasi di frenata più impegnative. 

Assetto irrigidito

Scenari evidentemente da pista, nei quali apprezzare al meglio le novità, anche se Aston Martin assicura percepibili cambiamenti già sulla guida su strada. Di certo la taratura degli ammortizzatori modificata sarà evidente, con la variazione dei componenti interni a cambiare le caratteristiche di smorzamento - ampliandole - durante le fasi di compressione dell'ammortizzatore ad alte velocità; invariato il comfort e il filtraggio delle asperità alle basse andature. 

Aerodinamica, 200 kg extra

Gli accorgimenti tecnici proseguono con un telaio irrigidito all'avantreno mentre al retrotreno la barra stabilizzatrice e le molle risultano essere con tarature più rigide. Altro aspetto modificato su Vantage F1 Edition, l'utilizzo di cerchi da 21 pollici anziché 20", mentre il comparto aerodinamico sviluppa 200 kg di deportanza aggiuntiva. Un valore frutto dello splitter con baffo applicato al paraurti, dell'ala posteriore fissa e dei deviatori di flusso applicato nel sottoscocca.

Aston Martin Vantage Safety Car

Aston Martin Vantage Safety Car

Aston Martin andrà in pista in Formula 1 anche con la Safety Car e la Medical Car. Vantage e DBX sono i progetti declinati per l'uso in pista, macchine di servizio per regolare l'andatura delle monoposto nelle fasi di neutralizzazione e per intervenire in caso di emergenze mediche. Entrambe hanno un motore V8 4 litri biturbo by Mercedes-AMG

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi