Alpina B8 Gran Coupé, M8 senza limiti: scheda tecnica e prezzo

Alpina B8 Gran Coupé, M8 senza limiti: scheda tecnica e prezzo

Alpina amplia la gamma con la granturismo quattro porte, diversa da M8 Gran Coupé in più aspetti, dalle prestazioni velocistiche alle caratteristiche del motore V8 4.4 litri

25 marzo

Supera i limiti imposti dall'elettronica ed è uno dei motivi principali per cui, scegliere Alpina B8 Gran Coupé rispetto a una BMW M8 Gran Coupé, ha senso eccome. Una questione strettamente legata alla velocità massima, dichiarata in 324 km/h sul progetto curato da Alpina (3"4 da 0 a 100 km/h), contro i 250 km/h di una ordinaria proposta uscita di fabbrica a Monaco di Baviera. Certo, si dirà, con il pacchetto M Driver quel limitatore può innalzarsi ancora. Vero, ma c'è altro a rendere esclusiva Alpina.

Cerchi, freni maggiorati e asse sterzante

Passa dalle soluzioni di design, dai cerchi forgiati a 20 razze, iconici perché uguali a sé stessi da lustri. Un set da 21 pollici - con gomme Pirelli P Zero sviluppate appositamente per Alpina - è di serie sulla granturismo quattro posti, personalizzata con un impianto frenante Brembo e dischi maggiorati, da 395 mm di diametro sull'asse anteriore e 398 mm al posteriore.

Altro tratto di affinamento tecnico, in uno schema di autotelaio che prevede le ruote posteriori sterzanti, fino a 2,3 gradi di angolo, in fase o controfase con le ruote anteriori a seconda della situazione di guida. Del comparto sospensivo, invece, va registrata la presenza di serie delle sospensioni adattive.

Motore, tanta coppia in più

Intorno al motore V8 4.4 litri biturbo, con due compressori twin-scroll, Alpina B8 Gran Coupé non supera i valori di potenza dichiarati da M8 Gran Coupé Competition.

Resta "l'originale" la più potente, con 625 cavalli contro i 621 cv della B8, dalla sua però può vantare 10 cv in più della BMW M8 Gran Coupé ordinaria, da 155.900 euro sul mercato italiano. Sostanziale è, invece, l'incremento della coppia motrice, da 750 si sale a 800 Nm, in un quadro di elaborazione del motore che prevede un impianto di raffreddamento interamente sviluppato ad Alpina.

Nel gioco del "trova le differenze" tra B8 e M8 Gran Coupé, accade di registrare l'aerodinamica ad hoc, con la fascia anteriore modificata nello splitter, la presenza al retrotreno di un nolder allungato nell'estensione, come un elemento simil-estrattore modificato. Specifica è la linea di scarico, firmata Alpina nel disegno dei quatto terminali di scarico ovali, gemellati.

Cambio automatico, mappature modificate

Per lusso e ricercatezza dei materiali all'interno, c'è poco che si può migliorare rispetto alle soluzioni pensate da BMW. Meglio concentrarsi sulla tecnica, su una centralina di gestione del cambio dalle mappature riviste e variabili in funzione della modalità di guida selezionata. Non varia l'unità 8 marce firmata ZF, cambia il comportamento nell'innesto dei rapporti.

Scegliere Alpina B8 Gran Coupé, già ordinabile, prevede un impegno da 161.200 euro - prezzo per il mercato tedesco - dove M8 Gran Coupé Competition, il top di gamma proposto da BMW, in Italia parte da 173.400 euro (da considerare la differente tassazione e iva rispetto al mercato tedesco).

Alpina B8 Gran Coupe

Alpina B8 Gran Coupe

L'alternativa a BMW M8 Gran Coupé è nell'interpretazione firmata Alpina, la B8 Gran Coupé con il medesimo motore V8 4.4 litri, dal quale i tecnici estraggono 50 Nm di coppia motrice in più e 10 cavalli extra. Resta però M8 Gran Coupé Competition la primatista per potenza espressa. Numerosi gli accorgimenti tecnici apportati da Alpina

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi