Lancia da qualche mesi sta dando segnali di vita. La nascita di Stellantis ha regalato reali prospettive, con l'ufficialità della nascita del polo del lusso accessibile con DS e Alfa Romeo. E' stato presentato anche il nuovo management che fa capo a Luca Napolitano.

Qualcosa si muove e il futuro prossimo lascia intravedere che non sarà solo l'intramontabile Ypsilon a portare avanti lo scettro del Marchio.

Nuovi modelli paiono destinati ad arrivare. Il designer Stefano Moraschini propone una due volumi e mezzo, una fastback, tema caro a Lancia, come la la Beta: la E-Th e E-Thpe. Una vettura premium del segmento C/D.

Come è nato il progetto

Così racconta la sua creazione. “Ritengo che nei segmenti superiori al B, per Lancia potrebbe esserci un futuro totalmente full eletric ben prima del  2030 prospettato da molte case auto. Leggendo le caratteristiche della prossima piattaforma eVmp che stanno progettando in Stellantis, ho pensato ha un’auto di segmento medio alto declinata nelle 2 tipologie che vanno per la maggiore, una fastback con accenno di coda e ovviamente una versione crossover a “ruote alte” più pratica e con più spazio per abitabilità posteriore e bagagliaio”.

E ancora. “Ricordando lo spirito delle Lancia dal passato glorioso come Thema e Hpe, ho denominato la fastback E-Th, potenziale concorrente di Tesla Model 3. E la crossover E-Thpe concorrente di Tesla Model Y. E dei futuri EV premium tedeschi come ad esempio Audi Q4 e Q6. E-Th e E-Thpe, si caratterizzano per le proporzioni tipiche di un pianale nativo EV, ossia baricentro basso, abitacolo sviluppato in lunghezza conseguenza di sbalzi contenuti, con cofano corto e basso ma, a differenza di altre EV, ben distinto dal montante A senza creare un effetto monovolume”.

Lo stile è così definito. “Con auto basate su piattafome EV stiamo entrando in una nuova era, per cui si è caratterizzato il design come Lancia non usando direttamente stilemi di modelli del passato, ma piuttosto guardando avanti proponendo un’eleganza senza eccessi, ma con uno spirito innovativo che ha da sempre identificato Lancia“.

Moraschini ha prefigurato diversi allestimenti.

Inoltre si è cercato di aggiungere anche una certa dinamicità delle linee. Come avveniva nelle ultime lancia di grande successo come la Thema. In particolare viene proposta anche una versione E-th 8.32 che richiama nelle livree la “mitica” Thema 8.32, dove in questo caso 8.32 non sono i cilindri e le valvole dello splendido motore Ferrari che la equipaggiava, ma i chilometri di autonomia che potrebbe percorrere il modello top di gamma. Dotato di motori elettrici sull’asse anteriore e posteriore e conseguente trazione integrale“.

Una idea originale, senza dubbio.

Quaranta anni di storia di Lancia Delta Evoluzione Integrale