A metà tra un’auto e un quadro astratto. Si presenta così questa Porsche 911 Carrera del 1989, una vettura che sicuramente farà storcere il naso ai puristi del Marchio di Stoccarda, ma che tuttavia potrebbe attirare su di sé qualche estimatore di nicchia.

Porsche 911 Carrera 964, il restauro Aimé riporta in vita la coupè

Una Porsche artistica

Creata e rifinita dall'artista Dominic Besner diversi anni fa come parte dell'Art Cars Project del Musée National des Beaux-Arts du Québec, in Canada, la 911 “artistica” è comparsa sulle pagine della casa d’aste Bring a Trailer da alcuni giorni e ad oggi ha raggiunto una base d’offerta di 50mila dollari, circa 40mila euro al cambio.

Dettagli tecnici che fanno la differenza

Tuttavia, oltre all’esclusiva livrea dipinta a mano in modo estremamente unico – con un toro a decorare il cofano e le sue corna estese sui paraurti e sulle portiere -, questa Porsche 911 Carrera porta in dote uno dei più classici motori Porsche dell’epoca, quello a sei cilindri contrapposti da 3,2 litri in grado di erogare 217 cv di potenza. Dettaglio, questo, che già basterebbe a far stampare un bel sorriso sulle facce degli estimatori del Marchio.

Il tutto, poi, è abbinato ad un cambio manuale a cinque velocità, cerchi Fuchs da 16” con la loro caratteristica forma a petalo – altro dettaglio importante e che di certo non passa inosservato tra i svariati colori presenti sulla carrozzeria - e interni originali in pelle chiara.

Maradona, all'asta la sua Porsche 911