Gli incentivi auto 2021 sono stati rimpinguati con un nuovo rifinanziamento per tutte le auto nuove, della fascia di emissioni di CO2 da 0 a 135 g/km e con un prezzo massimo di 48.800 euro. Già, praticamente, esaurito.

Si tratta di una somma pari a 5 milioni di euro, risorse, in realtà, già stanziate nel 2020 e definite “Decreto Rilancio Residuo M1”, andati ad aggiungersi ai 76 milioni di euro messi in cassa il 23 aprile scorso.

Soldi sfruttati dai pochi veloci e - mai come in questo caso - fortunati che sono riusciti ad accedere al servizio perché, come fatto in precedenza, il meccanismo per accedere allo sconto non è cambiato e vale sempre la regola della data di prenotazione fatta dalla concessionaria.

Una corsa scattata questa mattina (13 maggio alle 10:00 ndr) nella quale è contato solo il tempismo tra richieste di accesso di contratti già stipulati ai quali si sommeranno i nuovi fatti in queste ore… Una situazione di caos che ha mandato in tilt il sito ufficiale Ecobonus che è stato aggiornato con i nuovi contatori dei fondi residui dopo poche ore.

Ovviamente, tutti in rosso.