BMW M4 Competition Cabriolet, l'alternativa alle prestazioni Coupé

BMW M4 Competition Cabriolet, l'alternativa alle prestazioni Coupé

Serie 4 Cabriolet ha già la M440i ma con M4 Competition la scheda tecnica racconta soluzioni ritagliate sulla sportività più spinta per motore e assetto

26 maggio

Con l'arrivo della bella stagione, nuova Serie 4 Cabriolet ha portato su strada i contenuti del progetto Serie 4 Coupé, interpretati con la capote in tessuto apribile. Un altro appuntamento attende la gamma 4 Cabrio: nel mese di luglio partirà la produzione e, subito, l'introduzione sul mercato, di BMW M4 Competition Cabriolet.

BMW M4 Competition Cabrio

BMW M4 Competition Cabrio

Dopo il debutto sul mercato della Serie 4 Cabriolet, è la volta della più prestazionale delle interpretazioni: M4 Competition, la cui uscita sul mercato è prevista a luglio e con una scheda tecnica da M4 coupé. L'extra di peso porta il totale a 1.920 kg, per un rapporto peso-potenza di 5,1 kg/cv

Guarda la gallery

Motore e peso extra

Dritti al vertice dell'offerta BMW M, con il medesimo motore 6 cilindri 3 litri twin turbo da 510 cavalli e 650 Nm di coppia delal M4 Coupé (leggi la nostra prova su strada della M4 e M3). Diversa è la premessa tecnica, perché la cabriolet necessita di una serie di interventi di irrigidimento della scocca dovuti dall'assenza dei montanti B e C. Così, l'asticella del peso sale, arriva a 1.920 kg anche per la presenza della trazione M xDrive, numeri che equivalgono a un rapporto peso-potenza di 5,1 kg/cv.

In termini assoluti, le prestazioni restano elevatissime: 250 km/h di velocità massima, 280 orari con l'optional M Driver's Package, mentre lo 0-100 km/h è di 3"7. 

M xDrive 

La scelta della trazione quattro ruote motrici sviluppata da BMW M prevede che si possa guidare M4 Competition Cabrio in configurazione quattro ruote motrici, 4WD Sport, oppure trazione posteriore. 

La linea di trazione è impreziosita dal differenziale a controllo elettronico Active M, di serie diversamente dal pacchetto M Drive Professional, che comprende soprattutto la soluzione di controllo di trazione personalizzabile su 10 diversi livelli di intervento. 

I vantaggi della capote

La grande novità dell'ultima generazione di Serie 4 cabriolet è nella capote morbida, più leggera e meno ingombrante di un tetto ripiegabile rigido. Una scelta che equivale ad aver guadagnato il 40% di peso e 80 litri di volume utile nel bagagliaio (385 lt), per un'apertura elettronica in appena 18". 

Assetto

Lo stile, l'impatto della nuova calandra, è stato ampiamente "digerito" dagli appassionati. Così, M4 Competition Cabriolet racconta prevalentemente gli interventi tecnici, le geometrie delle sospensioni (adattive) anteriori, a doppi bracci oscillanti, specifiche. Il telaio supplementare al quale sono ancorate le sospensioni è dotato di una piastra ulteriore di irrigidimento, in alluminio. Interventi ulteriori sono i bracci di irrigidimento applicati nel sottoscocca, il telaio posteriore delle sospensioni solidale con la scocca e gli elementi elastici dell'assetto al retrotreno specifici per il modello. 

C'è molto altro che non il solo motore, super, a descrivere la sportività del modello, così vanno elencati il rapporto di demoltiplicazione dello sterzo reso più diretto, i freni M Compound di serie, con duplice possibilità di "attacco" della frenata, il feeling percepito dal guidatore all'azionamento del pedale. Ancora, i cerchi da 19 e 20 pollici, differenziati tra i due assi e forgiati. A richiesta, la specifica dei freni M Carbon Ceramic.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi