Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Driverless on demand, guida autonoma in abbonamento secondo Volkswagen

Driverless on demand, guida autonoma in abbonamento secondo Volkswagen

Volkswagen prepara l'attivazione del self drive a richiesta: 7 euro l'ora

di Francesco Forni

10 giugno

Abbonamento per la guida autonoma, Driverless on demand, se preferite. Volkswagen sta valutando un servizio a pagamento, che nel futuro dovrebbe diventare uno dei business chiave del mondo dell’auto, per il self drive.

Una prospettiva fattibile, grazie agli aggiornamenti via etere (OTA, over-the-air) che permettono gratis o a pagamento (in questo caso) di aggiornare la vettura e attivare configurazioni e modificare le prestazioni.

Il progetto di VW è quello di attivare momentaneamente, su richiesta, la guida autonoma di quarto livello. Di fatto totale, dove chi è bordo può disinteressarsi alla guida, togliendo lo sguardo dalla strada e ricevendo solo degli avvisi da parte del sistema.

Offrendo una alternativa alla spesa di qualche migliaio di euro, almeno, per chi invece desidera utilizzare gli ADAS più evoluti sono in determinate situazioni.

Klaus Zellmer, capo delle vendite, post-vendita e aftermarket di Volkswagen, ha dichiarato a Die Welt. “Possiamo pensare di offrire la guida autonoma con tariffa oraria. Per proporre prezzi popolari. Ad esempio 7 euro l’ora. Chi non vuole guidare per 3 ore, pagherà quindi 21 euro”.

Lo store per la gamma ID

Volkswagen punta forte in generale sull’offerta dei servizi digitali a pagamento. A metà del 2022 sulla gamma elettrica ID saranno offerti aggiornamenti che permetteranno l’incremento delle prestazioni e dell’autonomia. Una sorta di store, come per gli smartphone: la via pare segnata.

Volkswagen ID.X, prove di ID.3 sportiva con due motori elettrici 

 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi