“La bellezza unisce le persone”. È questo lo slogan scelto dall'Italia per l'Expo di Dubai, che prenderà il via il 1° ottobre 2021 in una delle città più grandi e moderne degli Emirati Arabi. Una manifestazione di carattere universale, che vedrà come protagonista anche Maserati, impegnata in primo piano nel ruolo di “Silver Sponsor” del Padiglione Italia. Per lanciare questa collaborazione, che andrà avanti per sei mesi fino alla conclusione dell'esposizione universale, la Casa del Tridente ha organizzato un evento con il proprio CEO, il Commissario italiano per l'Expo e il sindaco di Modena, per sottolineare l'importanza del territorio e delle competenze. Oltre alla bellezza, infatti, l'altra parola d'ordine di questa partnership è innovazione.

Nuova Maserati Granturismo, le prime immagini dell'elettrica

Maserati partner ufficiale a Expo 2020

A causa della pandemia, il previsto Expo 2020 a Dubai è stato inevitabilmente annullato. Ma l'esposizione universale degli Emirati, la prima in un Paese arabo da quanto esiste questa manifestazione, prenderà il via lo stesso. La data da segnare sul calendario è il 1° ottobre 2021, esattamente un anno dopo quanto preventivato. Come al solito, l'evento si protrarrà per sei mesi, fino alla conclusione prevista per il 31 marzo 2022. Un'edizione dell'Expo che coincide con il cinquantenario della nascita degli Emirati Arabi Uniti, e che soprattutto segna la ripartenza dopo un periodo difficile per l'intero pianeta.

L'Italia parteciperà alla manifestazione di Dubai con un ruolo di primo piano, e il Padiglione dedicato al nostro Paese è già in avanzata fase di costruzione. Sarà l'unico privo di un impianto di condizionamento (ci penseranno piante e alghe a purificare l'aria) e conterrà al suo interno una serie di testimonianze sulle bellezze italiane, dai paesaggi all'arte, senza trascurare l'innovazione. Qui entra in gioco Maserati, partner ufficiale dell'Italia in questo evento così importante. La Casa del Tridente infatti non solo rappresenta un'eccellenza del Made in Italy, ma testimonia anche la capacità degli italiani di unire il fattore umano a quello tecnologico.

Maserati Ghibli 1970: va all'asta l'auto di Frank Sinatra

Da Modena a Dubai

Maserati è un'eccellenza italiana nel mondo – ha spiegato l'amministratore delegato del Tridente, Davide GrassoLa bellezza è uno dei temi dell'Expo, e la bellezza sta anche nell'innovazione che ci permette di vivere sempre meglio, dalla scoperta del fuoco all'auto che si guida da sola. Abbiamo sviluppato il nuovo motore Nettuno interamente nella Motor Valley. Siamo innovativi per natura, e l'innovazione è uno dei fulcri su cui noi e l'Italia vogliamo costruire il nostro futuro”.

“La partnership con Maserati sarà fondamentale – ha aggiunto Paolo Glisenti, Commissario per l'Italia a Expo – Porteremo all'esposizione un'Italia che lega fortemente la creatività e il fattore umano a quello tecnologico più avanzato, e la lunga filiera di questa innovazione, dalla piccola azienda al capofila. Sarà importante anche far percepire la formazione delle competenze, e il legame con il territorio”. Un tema, questo, sottolineato anche dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli: “Dobbiamo credere nel futuro a partire dai territori, pensando alla bellezza, ma anche alla sostenibilità. Il nostro è un brand Italia ma anche un brand Modena, un sistema in cui si può trovare chi sa ancora saldare ma anche chi lavora il carbonio. A Dubai dobbiamo fare uno sforzo per rappresentare sia Maserati, sia quello che c'è dietro”.

Per testimoniare il proprio impegno nell'innovazione sostenibile, Maserati sta proseguendo il suo percorso di elettrificazione, cominciata con le versioni Hybrid di Ghibli e Levante, e che proseguirà con le nuove Grecale e Granturismo. “Ma queste sono solo un antipasto” ha assicurato Grasso.