Subaru WRX, il ritorno della scatenata berlina

Subaru WRX, il ritorno della scatenata berlina

Spinta dal boxer turbo di 2.4 litri dovrebbe arrivare a erogare circa 400 cavalli

di Francesco Forni

30 giugno

WRX non è solo l’acronimo di World Rally Cross, per Subaru dal 1994 è stata la versione, amatissima e sportiva, nata con la  Impreza WRX STi.

Nel 2014 è diventato un nome di un modello, erede della stessa Impreza. Adesso sta tornando, come la Casa delle Pleiadi ha anticipato sui suoi canali social.

L’immagine lascia intravedere la versione più celebre, la berlina, anche se ce ne sono state wagon (cattivissima) e compatta a cinque porte (hatchback).

Senza dubbio spicca la classica presa d’aria sul cofano per far respirare meglio il motore boxer turbo, abbinato ovviamente alla trazione integrale.

Se sarà solo berlina e se arriverà sul mercato solo in Giappone e negli USA non è ancora dato sapere. Più verosimile invece l’ipotesi dell’adozione del motore boxer turbo portato a 2.4 litri, noto sulla Outback americana.

Sulla soglia dei 400 cavalli

Rispetto ai 264 CV e 376 Nm attuali si dovrebbe salire di parecchio, verso la soglia dei 400 CV.

L'altra novità del modello dovrebbe stare nell’aggiornamento della piattaforma. Successivamente arriverà anche la WRX STi, top di gamma, ancora più estrema per forma e sostanza.

Subaru Solterra, elettrico gemello di Toyota b4ZX 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi