Auto volante, il mito sta diventando realtà

Auto volante, il mito sta diventando realtà

Quello che per i nostri nonni era un sogno è vicino a diventare realtà. Ecco quali sono i Costruttori che hanno realizzato l'auto volante o che ci stanno lavorando

di Lorenzo Lucidi

5 luglio 2021

Sin dai tempi più antichi, l'essere umano sogna di imitare il volo degli uccelli. Per secoli inventori e ingegneri hanno provato a creare marchingegni in grado di librarsi in aria, ma tutti, incluso un genio come Leonardo da Vinci, hanno fallito in questo ambizioso obiettivo. È stato infatti necessario attendere fino al 1903 prima di vedere in azione il primo “aereo”, quello dei fratelli Wright. Da quel primissimo e stentato volo il progresso si è intensificato al punto che, in pochi decenni, si è passati da velivoli in legno e tela a mezzi in grado di infrangere il muro del suono e perfino spingersi fin nello spazio. Tuttavia quello di una mobilità aerea individuale è sempre rimasto un sogno irrealizzato. In particolare l'auto volante, da tanti immaginata e bramata, non è mai diventata realtà. Ma potrebbe farlo presto.

AirCar by Klein Vision, finalmente volare in auto è possibile!

AirCar by Klein Vision, finalmente volare in auto è possibile!

La società di Stefan Klein è riuscita a sviluppare una tecnologia brevettata capace di trasformare un’auto in un mezzo in grado di volare. Pesa 1.100 kg ed è alimentata da un motore BMW da 1,6 litri da 140 cv, capace di raggiungere una velocità massima di 200 km/h

Guarda la gallery

Il primo volo di AirCar

Pochi giorni fa, ha fatto il giro del mondo la notizia di un'auto volante ha percorso il suo primo tragitto aereo interurbano. La vettura si chiama AirCar, ed è stata realizzata dalla Klein Vision. Il volo è partito dall'aeroporto di Nitra, in Slovacchia, per concludersi in quello di Bratislava dopo 35 minuti percorsi a una velocità di crociera di 190 km/h e a un'altezza di 8mila piedi (circa 2.400 metri). Tutto grazie a un motore di origine BMW da 160 cavalli e a una carrozzeria aerodinamica che, quando l'auto viaggia su strada, non è molto distante da quella di una "normale" hypercar. Normalmente infatti le ali restano ripiegate, esattamente come farebbe un uccello, e la anche coda si allunga solo al momento di decollare.

“Questo volo sancisce l’inizio di una nuova era di veicoli a doppio trasporto – ha detto un entusiasta Professor Klein, promotore del progetto della AirCar - Apre una nuova categoria di trasporto e restituisce all'individuo la libertà originariamente attribuita alle auto”. Ma si tratterà solo di una nicchia destinata a restare tale, oppure quello delle auto volanti diverrà un mercato ampio supportato anche dai grandi Costruttori automobilistici?

I grandi costruttori guardano all'auto volante

L'interesse da parte delle Case tradizionali c'è, e a confermarlo è un personaggio di spicco come John Elkann, presidente di Stellantis e Ferrari. "Questo è un decennio che vedrà tantissimi salti in avanti per la nostra industria: da una parte la sfida ambientale e della transizione energetica, dall'altra le applicazioni che il mondo del trasporto può immaginare, tra cui per esempio le automobili che volano, che qualunque film di fantascienza del '900 immaginava sarebbero arrivate molto, molto prima" ha spiegato il manager italiano nel corso di un podcast soltanto pochi mesi fa.

Ma nel mondo sono già molti i colossi tecnologici e industriali che lavorano al sogno dell'auto volante, spesso fondendo questo concetto con quello della guida autonoma. Un esempio eccellente è quello di Uber, società nota in tutto il mondo per i suoi servizi di trasporto tramite app. L'azienda di San Francisco sta lavorando dal 2017 all'idea di un taxi volante, elettrico e a decollo verticale, progettato per trasportare fino a 4 persone in aree densamente abitate. L'obiettivo di Uber è portare sulla strada – anzi, sopra le strade – questo veicolo entro il 2023. Melbourne è la città scelta per i test.

Taxi volanti nel 2023 con Uber e Hyundai

Auto volanti, quelle che già esistono

Oggi sono già numerosi i piccoli costruttori che stanno svolgendo un ruolo pionieristico in questo campo, e che stanno sperimentando soluzioni estremamente variegate. Dalle vetture dotate di ali, come la AirCar di Klein Vision, a mezzi a tre ruote ispirati al mondo degli elicotteri, come la Pal-V Liberty, che ha ricevuto nel 2020 l'ok a circolare all'interno dell'Unione Europea. O addirittura mezzi molto simili ai jet privati, come la AeroMobil a decollo verticale, ispirata nelle forme al mitico cavallo alato Pegaso e attesa anche lei per il 2023. Alla lista si possono aggiungere anche il Transition, realizzato da Terrafugia e che ha ricevuto la certificazione di volo negli Stati Uniti, o la TF-X dotata di due eliche, anch'essa capace di atterrare e decollare verticalmente. Un aspetto fondamentale, questo, per essere utile ed efficace in città.

Per poter mettere nel proprio garage una vettura volante a un prezzo di mercato probabilmente occorrerà aspettare ancora molto tempo. Ma quello che per i nostri bisnonni era un sogno irrealizzabile è oggi tecnicamente possibile, come dimostrano i velivoli che sono stati creati negli ultimi anni o che sono in fase di sviluppo. E così i film di fantascienza potranno diventare finalmente realtà.

Voi guidereste mai una vettura volante? Diteci la vostra opinione in questo sondaggio.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi