C'è speranza per l'automotive. Il Governo ha deciso di ascoltare i numerosi appelli delle associazioni del settore che chiedevano a gran voce un aiuto e nuovi fondi, per tentare di sostenere il comparto gravemente colpito dalla crisi economica dovuta dal coronavirus. 

Saranno 300 i milioni stanziati per rifinanziare gli ecoincentivi auto, previsti dal nuovo decreto legge Sostegni bis, che andrà al voto in commissione Bilancio alla Camera a partire da domani.

200 milioni per le Euro 6 benzina o diesel

Fino alla fine del 2021 quindi gli automobilisti potranno usufruire ancora di sconti per acquistare una nuova macchina con motorizzazione benzina e diesel, ibrida o elettrica. 

Nel primo pacchetto di emendamenti riformulati dal DL il sussidio è suddiviso in 50 milioni per vetture ibride ed elettriche (tra 0 e 60 grammi di Co2 al km), 200 milioni per euro 6 benzina o diesel (tra 61 e 135 grammi di CO2 al km) e altri 50 milioni per i veicoli commerciali. Ancora da definire, invece secondo quanto si legge nelle riformulazioni, il bonus auto in presenza di rottamazione di vecchi veicoli.

Regione Lombardia, fino a 4mila euro di nuovi incentivi auto con rottamazione