Custode autentico del Mito, Miki Biasion. Su e con Lancia Delta ha scritto la storia dei rally, tra i 6 mondiali tra '87 e '92 e le 15 vittorie iridate. Un'icona come pochissime altre. Una storia che, grazie al lavoro di Biasion e della sua Italia Motorsport, si riallaccia a quasi 30 anni di distanza. 

Da un custode autentico della tradizione non puoi aspettarti rivoluzioni, com'è giusto che sia. Piuttosto, le 8 Evo by Biasion, otto Lancia Delta in configurazione Evo3, progetto mai portata alla luce e pensato per il 1994, saranno oggetti per cultori della materia, che dovranno portare la loro Delta HF, base sulla quale Biasion e la sua squadra effettuano gli sviluppi, per trasformarla. 

Passione ed esperienza

“Ho riversato tutta la mia passione e la mia esperienza in questo progetto e ne sono orgoglioso - spiega Biasion - . Sono felice di essere riuscito a riportare il mito Delta ai livelli che le competono, anche se per pochi esemplari. Ringrazio Martini Racing per la concessione in esclusiva dell’iconica livrea che grifferà le mie otto Delta Evo numerata”.

Dalla scocca nuda si parte per irrigidirla nei punti giusti, seguendo i dettami del progetto Delta Evo3. La verniciatura, garantita a vita, ha sfumature cangianti dall'opaco al metallescente e, soprattutto, avrà quella livrea con la quale ha scritto la storia: Martini Racing. Un supporto ufficiale del marchio, concessione affinché i colori potessero tornare su un progetto curatissimo.

Motore, sensazioni da rally

Avrà le attenzioni della modernità per la qualità della vita a bordo, come avrà il plus tecnico di un motore da 220 cavalli in grado, con una mappatura dedicata di spingersi a 340 cavalli. Basta premere un tasto e il gioco è fatto.

Leggi anche - All'asta l'ultima Delta Integrale Evo2

Gi interventi sono numerosi, interessano la scocca, il potenziamento dell'impianto frenante, la scalatura dei rapporti, il rifacimento della linea di trazione, con la meccanica della Delta Gruppo A. Fino alla definizione dell'assetto, con materiale Bilstein e regolato da Biasion. Le ruote da 18 sono gommate Michelin Pilot Sport, dove il progetto originale di Maggiora prevedeva 17 pollici in magnesio.

A bordo, spazio sempre per quattro persone, davanti si sta seduti su sedili Sparco in pelle, mentre nel bagagliaio ci sarà spazio per il kit Ma-fra dedicato alla cura dell'auto e l'abbigliamento dedicato Sparco.

Gli esemplari della Evo by Biasion verranno realizzati nella sede di Codroipo, Udine.