Indiscutibilmente uno dei modelli più iconici del brand, il Land Rover Defender è il protagonista del nuovo Defeneder forWorks, progetto che ha come scopo quello di rafforzare il rapporto di Land Rover e dei suoi partner attraverso la realizzazione e personalizzazione di esemplari unici di Defender Hard Top.

Land Rover Defender P400e, la prova del fuoristrada plug-in

Una Defender contro il covid

Proprio in questo ambito, quindi, è stato da poco presentato dalla Casa inglese un Defender Hard Top con livrea esclusiva e allestimenti personalizzati per la Croce Rossa Italiana. La vettura infatti, resa disponibile a supporto della campagna vaccinale contro il covid, si presenta con un equipaggiamento specifico e riconducibile proprio alle esigenze lavorative delle donne e degli uomini della CRI.

Oltre alla tipica livrea bianca e rossa, il Defender è equipaggiato con lampeggianti, sirena e con un contenitore refrigerato biomedicale con apertura frontale utile per il trasporto sicuro di vaccini e prodotti biomedicali.

Siamo davvero orgogliosi di essere, ancora una volta al fianco di CRI in questa loro importante attivazione a sostegno della collettività”, ha commentato Daniele Maver, Presidente Jaguar Land Rover Italia. “Il Progetto Defender forWorks vede protagonista la Defender Hard Top in un’iniziativa mirata al consolidamento e al rafforzamento con i nostri partner, per offrire loro un’esperienza sempre più tailor-made, unica ed esclusiva”.

Il modello

Il nuovo Land Rover Defender Hard Top è disponibile sul mercato nelle versioni 90 e 110, capaci di offrire rispettivamente 1.355 e 2.059 litri di spazio di carico. Sotto al cofano vantano motori Diesel Ingenium, oltre ad una trazione integrale e un cambio automatico ad otto velocità.

Land Rover vola alla conquista dello spazio con Virgin Galactic