Dopo l'approvazione da parte del Senato del Decreto Sostegni Bis, avvenuta pochi giorni fa, sono in dirittura d'arrivo i nuovi incentivi per l'auto contenuti nella misura. In particolare lunedì prossimo (2 agosto) partiranno i bonus destinati alle auto nuove, a cui seguiranno il 5 agosto quelli per i veicoli commerciali. Ancora da definire invece la data a partire dalla quale si potrà usufruire degli incentivi per le vetture usate. I fondi complessivi messi a disposizione dal Governo ammontano a 350 milioni di euro, e andranno a finanziare i bonus sia sui veicoli elettrici e ibridi che su quelli con il solo motore endotermico, purché con basse emissioni di CO2.

Benzina, scendono i prezzi: 1,653 euro/litro, mai così basso da novembre 2020

Incentivi, chi ne può usufruire

In attesa dei bonus per le vetture usate (che verranno messi a disposizione solo dopo che la piattaforma statale sarà stata adattata) lunedì 2 agosto prenderanno il via gli incentivi per le vetture nuove, mentre il 5 toccherà ai veicoli commerciali e speciali. Le agevolazioni sono riservate a tutti quei veicoli che abbiano emissioni non superiori a 135 g/km di CO2, aumentando man mano che cala la fascia di inquinamento del veicolo.

Nello specifico, per la fascia da 0 a 20 g/km di CO2 è prevista un'agevolazione di 6mila euro (4mila senza rottamazione, per la fascia da 21 a 60 g/km il bonus è di 2.500 euro (1.500 senza rottamazione) mentre per i modelli da 61 a 135 g/km la somma cala a 1.500 (esclusivamente con rottamazione). A questi Ecobonus statali vanno poi aggiunti gli sconti automatici in concessionaria e le eventuali ulteriori offerte delle Case.

Per usufruire degli incentivi è possibile collegarsi al sito ecobonus.mise.gov.it a partire da lunedì. Per accedere ai vantaggi legati alla rottamazione è invece necessario liberarsi di una vettura con almeno 10 anni di età.

Fiat e Lancia a meno di 9mila euro: tutte le offerte estive con i nuovi incentivi