Buona notizia per gli incentivi per le auto elettriche e ibride plug-in. Per garantire e soprattutto ottimizzare l’utilizzo dei fondi destinati all’acquisto di “veicoli meno inquinanti”, con emissioni comprese nella fascia a 0 a 60 g/km di CO2, ovvero le vetture alla spina le risorse previste per l’Extrabonus sono state spostate.

I 57,4 milioni di euro vengono quindi ricollocati sul fondo ordinario dell’Ecobonus, potendo così essere di nuovo utilizzati.

Nuovi fondi necessari

Il ministero dello Sviluppo economico ha comunicato la notizia, attesa perché la fine della disponibilità degli incentivi per le auto elettriche e ibride plug-in lo scorso 26 agosto aveva aperto le porte a un potenziale “buco” di 40.000 immatricolazioni in meno negli ultimi tre mesi dell’anno per le vetture a emissioni zero o comunque molto basse.

Il cambiamento è stato possibile grazie alla disposizioni contenute nel decreto infrastrutture e mobilità sostenibili approvato nel tardo pomeriggio di ieri dal Consiglio dei ministri. Ossigeno per il mercato, senza dubbio. 

Leggi ora: Salone di Monaco, IAA Mobility 2021: tutte le informazioni