Il 23% delle vetture guidate da under 25 ha pneumatici con battistrada a rischio e cioè con uno spessore compreso tra 0 e 3 mm. Questo dato emerge da una rilevazione originale condotta dal Centro Studi Continental nell’ambito del Progetto Autostrade 2015, realizzato in collaborazione con Autostrade per l’Italia. Nel corso del progetto addetti specializzati di Continental Italia hanno effettuato controlli sui pneumatici delle vetture nelle principali aree di servizio autostradali del nostro Paese per verificare lo stato di usura dei pneumatici, la presenza di danni visibili e lo spessore residuo del battistrada. In particolare sono stati effettuati controlli anche su vetture guidate da under 25. Queste vetture sono in grande maggioranza city car e berline (l’83,6% del totale), relativamente nuove (il 49,2% ha un’età compresa tra 0 e 3 anni ed il 24,6% tra 4 e 5 anni). Quasi tre quarti dei conducenti sono uomini (per la precisione il 73%).

Dai controlli è emerso che il 12,3% delle vetture guidate da under 25 ha pneumatici con usura irregolare, mentre il 5,7% ha pneumatici con danni (screpolature, tagli o rigonfiamenti) rilevabili anche ad un esame visivo. Come detto, poi, il 23% delle vetture guidate da under 25 ha pneumatici con spessore del battistrada inferiore a 3 mm. E’ utile ricordare che pneumatici con spessore del battistrada inferiore a 1,6 mm a norma di legge non possono circolare e devono essere sostituiti. Invece quando lo spessore del battistrada è compreso tra 1,6 e 3 mm è possibile circolare ma si corrono dei rischi perché 3 mm è il valore minimo che garantisce sicurezza su strade bagnate.

Un’ulteriore analisi consente di rilevare che non solo la percentuale di vetture con pneumatici con spessore del battistrada a rischio guidate da under 25 è particolarmente alta, ma è anche significativamente maggiore rispetto allo stesso dato rilevato sul totale del campione: infatti le vetture con pneumatici con battistrada a rischio sono il 15,1 % considerando tutte le fasce di età dei conducenti, mentre, come si è detto, salgono al 23% se si considerano solo i conducenti under 25.

I dati che emergono dalla rilevazione evidenziano che è necessaria una maggiore informazione diretta a tutti i conducenti, ma in particolare a quelli più giovani, sull’importanza di effettuare controlli periodici dello spessore del battistrada. Solo in questo modo è possibile accorgersi tempestivamente di eventuali problemi e adottare le soluzioni più opportune per evitare i rischi e continuare a circolare in sicurezza.

C15_85_pneumaticivettureunder25_Cst.13.15-All.1