L'arrivo della bella stagione non poteva che segnare il debutto della nuova Mercedes-Benz Classe C Cabrio. Un'annata che, per la Stella a tre punte, si è aperta nel segno delle vetture scoperte. Un'auto che consolida la scelta all'interno della gamma Classe C, divenuta la più ricca in termini di varianti di carrozzeria. Dalla più classica delle berline (Classe C) al più originale dei suv (il prossimo Glc Coupé), la famiglia tedesca alimenta l'offerta con il modello Cabrio. Un'automobile che approfitta della presenza della sorella Coupé, per “perdere” il tetto e darsi un po' di arie.

L'elemento di distinzione è ovviamente la capote in tela, perché tutto il resto si palesa proprio come su quella completamente “chiusa”. Poco male, perché il fascino della nuova Mercedes-Benz Classe C Cabrio non si discute. Un fascino dettato appunto dalla presenza della capote in tessuto. Una scelta che caratterizza i modelli cabriolet e si differenzia da quelli roadster, a cui stata preferita la soluzione rigida. In ogni caso sulla Cabrio di Stoccarda ci vogliono circa 20 secondi per aprire il tetto e altrettanti per chiuderlo.

Un'operazione che può essere eseguita anche in movimento, sino ad una velocità di 50 km/h. La capote è nera sulla versione base, ma a richiesta è disponibile una versione multistrato nei colori marrone scuro, blu scuro, rosso scuro o nero. Una versione che vanta delle performance in termini di prestazioni decisamente migliori.

A proposito di prestazioni, la gamma di motorizzazioni che equipaggiano la nuova Mercedes-Benz Classe C Cabrio ripercorre in toto l'esperienza promossa dalla versione Coupé. Le potenze sono compre tra i 156 e i 510 cv e, indipendentemente dalla cubatura, la sovralimentazione è sempre presente. In Italia, con molta probabilità, saranno i propulsori 220 d e 250 d a fare la differenza in termini di numeri. In realtà si tratta delle stessa unità, quattro cilindri e con una cubatura di 2,1 litri. Le differenze si palesano alla voce numero di turbine (una per la 220 d, due per la 250 d) e per il numero di cavalli sviluppati: 170 contro 204. Siamo saliti a bordo della seconda, a cui è accoppiato di serie un cambio automatico a 9 rapporti, noto come 9G-Tronic.

A parte il sound che è il suo punto debole quando si viaggia a capote aperta (normale se si tratti di un turbodiesel), il piacere di guida è invece uno dei punti forza della scoperta tedesca. Una guida rilassata, fatta di paesaggi e relax. Anche perché con oltre 1800 kg di peso, non si può sperare di essere agili e scattanti, nemmeno con l'intervento delle sospensioni pneumatiche Airmatic. Meglio così, c'è più tempo per godersi il viaggio. Ciò non significa che la cabriolet della Stella non sappia essere brillante, ma solo che forzare la mano risulti semplicemente controproducente. Tanto più che a listino ci siano delle versioni volutamente più dinamiche ed “aggressive”. Infatti sarà presente sin dal debutto sul mercato, anche la variante AMG. Quella dotata del nuovo 4 litri V8 biturbo, in grado di elaborare 476 CV nella versione “normale” e 510 in quella S. Un'altra altrettanto sportiva è la Cabrio C 43 AMG, che si affida ad un sei cilindri di tre litri, all'esuberanza di 367 cavalli e della trazione integrale 4Matic.

Le quattro ruote motrici sono disponibili anche per altre motorizzazioni della gamma, che dopo diesel ed AMG, si consolida attraverso i modelli benzina C 180, C 200, C 250, C 300 e C 400. Solo il primo ha una cubatura sotto i due litri, mentre tutti gli altri modelli sono equipaggiati con un quattro cilindri 2 litri e un 6 cilindri 3 litri (C 400). Non la vedremo in concessionaria nel breve, perché sarà disponibile per le ordinazioni a partire da luglio, ma arriverà  solo a partire dal mese di ottobre.

Gli uomini Mercedes sono certi che si tratti di una cabrio 4 stagioni. Merito delle tecnologie di cui è dotata, già note al pubblico delle vetture di Stoccarda. Di serie su tutte le versioni ad eccezione dell’Executive, è disponibile il sistema frangivento elettrico AIRCAP che, insieme al sistema di riscaldamento per la zona della testa AIRSCARF consente di fruirne tutto l'anno. Al momento non sono ancora stati comunicati i prezzi, ma solo le versioni, le stesse della gamma coupé: Executive, Sport, Premium e Premium Plus; a cui si aggiunge ovviamente la versione AMG. Il prezzo di una C Cabrio 220 d sarà intorno ai 51.000 euro nella variante Executive, valore che sale di circa 11.000 euro per passare ad una Premium Plus. Allestimento che insieme a quello Premium offre di serie il pacchetto estetico AMG.