Nissan X-Trail, più potenza per chi ama l’off road senza tuttavia essere costretto a rinunciare alla comodità: ecco la ricetta del nuovo turbodiesel 2.0 L che il Suv Nissan monta sulla versione 2.0 dCi 4WD. Si sale dai 130 cv del 1.6 dCi ai 177 — quindi ben 47 in più — e la differenza si sente, senza andare però a modificare le sue caratteristiche. La forza del nuovo motore sta nella capacità di offrire un’esperienza di guida confortevole, ottima per lunghi viaggi in ogni condizione, comprese le più difficili dove interviene bene la trazione integrale 4WD.

Infatti la coppia cresce in modo significativo (+60 Nm, per un totale di 380) e la risposta molto più vigorosa permette di svolgere gli esercizi con facilità e fluidità di erogazione. In effetti alla versione con il 6 marce manuale non manca di certo il carattere. 

La regolarità della progressione, che sa essere decisa quando serve, rende la risposta del nuovo duemila decisamente brillante senza risultare troppo aggressiva.

E sullo sterrato il motore non si fa sentire, né percepire a livello di vibrazioni; mentre in autostrada, appena si prova a spingere un po’ di più, un po’ di rumorosità si sente, ma si parla di una sport utility da oltre milleottocento chili da spostare e far salire con estrema facilità su tratti anche fortemente inclinati. E la comodità dell’abitacolo non fa per niente pensare di essere su un’auto di tali dimensioni.

Ad entusiasmare meno, invece, è il cambio automatico X-Tronic: il Cvt di ultima generazione non riesce a dare la piacevolezza di guida dei migliori doppia frizione o convertitori di coppia.

NISSAN, LA GAMMA COMPLETA E IL LISTINO