Presentazione

Esiste un prima e c'è un dopo. Prima è l'immaginazione: visualizzi l'auto, cerchi il ricordo delle sensazioni – forti, acute – sia di una rivale come la Lamborghini Gallardo Superleggera sia del modello da cui deriva, la 911 Turbo. E provi a farti un'idea di come sarà la nuova esperienza. Il dopo è quando lasci il posto di guida un po' scosso e consapevole di aver constatato che la GT2 è un mondo a parte, capace di superare tutto. Non parliamo di semplice accelerazione, anche se il calcio nella schiena è quanto mai brutale e inesauribile, da togliere il fiato: non ci si abitua mai. No. Il “ dopo”, nel caso della Porsche 911 GT2, è legato alla performance, specialmente su pista, suo terreno di caccia.