Design

Dunque poco male per l'assenza dell'altezza variabile e ben venga una variante che, per duemila euro più di una A4 di pari allestimento e motorizzazione, sfoggia una connotazione estetica senza dubbio riuscita: spiccano immediatamente le protezioni plastiche che corrono attorno alla vettura, abbracciando paraurti anteriori e posteriori e passaruota.
Poi ci sono le protezioni sottoscocca, davanti e dietro, in acciaio inossidabile oltre alla calandra single frame con listelli verticali cromati e verniciatura grigio luna. A proposito di colorazione: a richiesta, 1.600 euro, c'è quella completa, con tutti gli elementi plastici verniciati in colore carrozzeria; l'effetto è più sobrio, pur continuando a distinguere la Allroad dalle altre A4 Avant.
Del resto, l'abitacolo non cambia di una virgola rispetto a quello conosciuto delle altre A4. Spicca dunque una qualità percepibile ai vertici, sia per gli ottimi materiali impiegati, sia per assemblaggi e cura dei dettagli che rasentano la perfezione. Degli interni si apprezzano anche la posizione di guida, con registri per sedile e volante davvero molto vari affinché chiunque possa trovare una perfetta postura, e per l'abitabilità.
Il passo lungo del nuovo pianale ha finalmente concesso preziosi centimetri in più per le gambe di chi siede dietro. E pure il vano bagagli, nonostante non sia esageratamente ampio (490/1430 litri), se ben sfruttato consente di portarsi appresso parecchi bagagli, grazie soprattutto alla regolare conformazione del vano e all'attrezzatura, sebbene molti accessori che ne esaltano la versatilità come la stuoia double face o il set di guide di fissaggio siano a pagamento.
Proprio gli optional sono la nota dolente in quadro generale d'eccellenza. Scorrendo l'eterna lista degli accessori emerge l'opinabile politica di Audi di voler contenere il prezzo di listino facendo pagare gadget che dovrebbero essere rigorosamente di serie. Un esempio su tutti: i 60 euro per avere l'assistente alla partenza, che altro non è che una funzione implementata in tutti gli ESP 8.0 di ultima generazione (appeni molli il pedale del freno la vettura resta frenata per alcuni secondi) che Audi scorpora e inserisce nella lista optional!
 
Audi A4 Allroad 3.0 TDI