Interni

Plancia e posto guida per palati raffinati

Design, razionalità e qualità. Difficile pretendere di meglio dalla plancia di una vettura. Anche la posizione di guida rasenta la perfezione: piuttosto infossata, è ampiamente personalizzabile grazie alle notevoli escursioni in lunghezza e profondità di volante e sedile. Pelle e regolazioni elettriche, però, solo a richiesta.

Molti tasti, ma tutto è sotto controllo

Eccellente la leggibilità della strumentazione, con gradevole illuminazione bianca. In aiuto anche l’ampio display digitale a centro quadro per visualizzare tutte le informazioni di bordo, dalla multimedialità alla navigazione.
A lato, l’affollato tunnel centrale: i tasti per gestire l’MMI sono parecchi e l’impianto richiede un periodo d’apprendistato per prenderci bene la mano. Dopodiché risulta comodo.

Gambe distese

Il pianale della A4, con passo allungato rispetto a prima, concede finalmente un adeguato spazio per le gambe di chi siede dietro. Sotto, il vano bagagli: è apprezzabile per la regolarità delle sue forme, che aiutano a stivare valigie con razionalità. Utile il set di fissaggio dei bagagli con guide (optional).

Audi A4 Allroad 3.0 TDI