BMW 330d xDrive Touring vs Audi A4 Avant 40 TDI quattro, il ritorno delle wagon

BMW 330d xDrive Touring vs Audi A4 Avant 40 TDI quattro, il ritorno delle wagon

Ridimensionate dai Suv, le station wagon non sono però mai morte e dimostrano ancora una volta tutta la propria versatilità. in questo confronto abbiamo messo di fronte le due leader di categoria: la rinnovata Audi A4 avant contro la nuova generazione di BMW Serie 3 Touring

di Cesare Cappa, foto Fuggiano

25 settembre 2020

Interni

La A4 Avant è lunga infatti 476 centimetri, la Serie 3 Touring 471; l’Audi è larga 185 centimetri, la Bmw 183. Differenze minime, che non alimentano un particolare divario alla voce capacità bagagliaio: in questo caso però a primeggiare è Serie 3, grazie ad una volume compreso tra i 500 e i 1.510 litri (a sedili posteriori alzati o abbassati); la Avant ha una capienza leggermente inferiore, ovvero contenuta tra i 495 e i 1.495 litri. In realtà il vano Audi è maggiormente sfruttabile, ma solo per via di un lunotto più inclinato sulla Serie 3. Elemento che però su BMW può comunque essere aperto indipendentemente, senza ricorrere al portellone.

Un vantaggio in termini di funzionalità che si palesa pure secondo un’altra soluzione. Con un sovrapprezzo di 310 euro si può allestire la propria Serie 3 con il pacchetto porta oggetti bagagliaio: all’interno del vano spuntano degli inediti binari metallici e due servomotori elettrici, una volta che il portellone è chiuso, sollevano dei profili sagomati che consentono di frenare il carico. Quindi, in un modo o nell’altro, la fruibilità dello spazio tra le due wagon si equivale.

Un limite che invece condividono, sebbene non sia una vera notizia, è che la seduta posteriore non sia poi così accogliente. Il terzo passeggero, al di là della presenza del tunnel della trasmissione, non è comunque nella condizione di sentirsi davvero comodo. Quattro è il numero perfetto per rendere il viaggio più piacevole. Come al solito in nome del design si sono sacrificati centimetri utili per la sezione trasporto persone.

Un reparto che vede in vantaggio la A4 Avant, ma per una materia diversa da quella dello spazio, è la seduta: in particolar modo quella anteriore, è più comoda rispetto alla Serie 3 Touring. Premesso che la lista di accessori è particolarmente ricca anche in fatto di sedili, ma quello dell’Audi è più morbido di quello BMW. Un differenza che si avverte dopo qualche tempo al volante, vantaggiosa in prospettiva di macinare molti chilometri. Situazione che dovrebbe rappresentare lo standard di due vetture alimentate a gasolio.

Rientrano in gioco le abilità BMW sul fronte infotainment. Nonostante sia ancora priva di Android Auto - nel corso dell’anno anche a Monaco provvederanno ad introdurre tale sistema - risulta sufficientemente intuitivo nell’insieme. Non che Audi non lo sia, ma i comandi vocali di BMW Serie 3 sono il riferimento della categoria. Il grado di colloquialità raggiunto non vale altrettanto su A4 Avant, che proprio nel corso dell’attuale restyling ha aggiornato tutta la domotica di bordo, rinunciando alla rotella con cui consentire l’interfaccia uomo-macchina.

Anche sulla vettura di Ingolstadt il sistema vocale permette di andare oltre i soliti comandi pre-impostati per eseguire una funzione, ma il livello di “confidenza” vocale disponibile su BMW al momento non si batte. Senza contare il fatto che sulla Touring sono opzionabili pure i comandi gestuali. Più scenografici che funzionali, ma certamente un plus di cui tenere conto.

Non confrontiamo i prezzi perchè le differenti motorizzazioni delle nostre due auto (ovvero il 3 litri a sei cilindri della 330d xDrive e il quattro cilindri di due litri della 40 TDI quattro) non consentono un confronto alla pari, ma di là della cilindrate le wagon teutoniche si equivalgono. La qualità non si discute e la lista di accessori che tende inesorabilmente verso l’infinito sono una “virtù” tutta tedesca. 

  • Link copiato

BMW 330d xDrive Touring vs Audi A4 Avant 40 TDI quattro, il ritorno delle wagon

Torna su

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi