Presentazione

Finalmente Tesla 3. Il modello più popolare e ambizioso di Elon Musk è arrivato in Italia dopo oltre due anni dall’inizio della produzione negli Usa non senza sollevare grande scalpore. Negli Stati Uniti l’avvento della Tesla nel mondo dell’automobile è stato paragonato a quello dell’iPhone fra i cellulari: un oggetto che ha cambiato abitudini, stili di vita e maniera di viaggiare in auto. Ma è davvero così o si tratta di fanatismo di una generazione nerd? Per chiarirci le idee abbiamo voluto sottoporre la Tesla 3 ad ogni tipo di analisi con il nostro Centro Prove.

La 3 è la berlina più compatta della famiglia Tesla, una 4 porte paragonabile per dimensioni a una Bmw Serie 3. È lunga 469 cm e in Italia è venduta in tre versioni differenti: una, la più economica, spinta da un motore singolo, e due bimotori a trazione integrale: noi abbiamo guidato la Long Range AWD, quella dotata di maggiore autonomia dichiarata (560 km) che su strada costa 58.900 euro. L’abbiamo guidata in differenti condizioni per capire se mantiene le promesse dichiarate e fugare ogni dubbio. Il risultato? La Tesla 3 ci ha davvero impressionato. Ha fatto cadere molti dei nostri pregiudizi.

È un mondo a parte; un ambiente diverso. Non sempre perfetto né ideale ,come il fondatore di Tesla, Elon Musk, vuol farci credere; ma dopo aver vissuto in simbiosi con quest’auto per alcuni giorni rimane la sensazione netta e precisa che al volante della Tesla 3 l’automobilista viva davvero un’esperienza differente. Anche rispetto alle altre auto elettriche sul mercato. Non è una questione di comportarmento dinamico su strada come si potrebbe supporre, ma di approccio e vita a bordo. Seguiteci nella nostra prova per capire perché. Il feeling che trasmette la Tesla, sia in marcia che semplicemente da fermo, è l’aspetto che stupisce di più e con cui Tesla ha cambiato le regole del gioco. La Tesla 3 ti comincia a stupire quando ti avvicini.