Con oltre 5,3 milioni di unità vendute nel mondo dal 2004 ad oggi, Swift è un modello strategico per Suzuki, che ha svelato in Giappone la nuova serie, la quinta se consideriamo anche i modelli usciti con lo stesso nome dall’83 al succitato 2004, anno in cui è stato rivoluzionato il design della citycar.

Per la versione europea sarà necessario attendere il 7 marzo, primo giorno del Salone di Ginevra 2017, anche se il design non dovrebbe variare di molto. Così come le motorizzazioni, che per il mercato asiatico comprendono il motore 1.2 litri DualJet abbinato al già noto sistema “mild hybrid” SHVS e il compatto 1.0 BoosterJet turbo abbinabile al cambio automatico a sei rapporti. 

Tra gli equipaggiamenti da segnalare, all’interno del Safety Package, la presenza del sistema di frenata automatica Dual Sensor Brake Support e del cruise control adattivo che mantiene automaticamente la distanza dai veicoli che ci precedono. 

Suzuki Ignis, primo contatto con il Suv ultracompatto