L'Alfa Romeo Giulietta si farà. La compatta del Biscione, sul mercato dal 2010, avrà una nuova generazione. Non a brevissimo termine, perchè prima è in scaletta il SUV a sette posti ibrido, ma la segmento C sportiveggiante avrà un futuro.

Lo ha chiaramente lasciato intuire Roberto Fedeli, Chief Technical Officer di Alfa Romeo e Maserati nelle dichiarazioni rilasciate ad Autoexpress. Parole, che lasciano molte porte aperte. "Per completare la gamma Alfa Romeo abbiamo bisogno di un altro paio di prodotti importanti. Ovvero qualcosa nel segmento C e ovviamente un modello sportivo, un prodotto molto sportivo". Posto che la seconda vettura sarà la seconda generazione dell'Alfa Romeo 4C, l'identikit della prima pare altrettanto chiaro.

La piattaforma. Sarà una Giorgio "accorciata" a quanto pare. Confermando il fatto che la gamma futura sarà a trazione posteriore, o integrale. Il nodo resta la profittabilità della nuova Giulietta. Che sino ad oggi è stato un prodotto vincente sul mercato locale, Italia, al massimo qualche zona dell'Europa, ma non globale. Ciò rappresenterebbe una zavorra per raggiungere i profitti cui Alfa Romeo è chiamata nei prossimi anni.

La seconda serie della Giulietta dovrebbe quindi far parte del piano quinquennale che Marchionne annuncerà nei prossimi mesi: presumibilmente dovrebbe arrivare sul mercato nel 2020. Il 2018 sarà l'ultimo anno con il manager alla guida di FCA dopo 15, che hanno portato grandi cambiamenti. L'occasione sarà Investor Day previsto per il primo semestre. Si saprà molto di più della nuova Giulietta e del futuro di Alfa Romeo.