Non poteva limitarsi a essere una Q7 dalla coda un più più filante. Audi Q8 doveva essere altro. Maxi-suv, lo dicono i numeri, ok. L'impatto, però, è di un progetto che prova a esprimere dinamismo, partendo da un design profondamente diverso dalle proporzioni sfoggiate dal “pari quota” Q7. Dimensioni, anzitutto. Testimoniano l'accorciamento di 66 millimetri, per una lunghezza di 4 metri e 98 centimetri, su un passo a sfiorare i tre metri. Audi Q8 varia la presenza scenica anche grazie all'incremento di 27 millimetri in larghezza e il contenimento dell'altezza in 170 centimetri (-4 cm). Il centro stile diretto da Marc Lichte ha scelto la strada della revisione completa del muso, un single frame nuovo per proporzioni e tridimensionalità, personalizzabile nei colori dove si interseca con i gruppi ottici. Led o Matrix Led HD, con 24 diodi per lato, è la composizione del proiettore, la disposizione dei listelli luminosi, a restare nel solco del 3D strutturato dalla calandra ad ampie maglie.

Ai puristi, accostare il termine coupé a un suv fa storcere non poco il naso. Sensazioni sportive che il design di Q8 regala grazie all'inclinazione del montante C in avanti, alla linea di cintura sottolineata dalla nervatura che corre sotto e le sottolineature sui passaruota. Dietro, una coda che vuole evocare Audi Ur-Quattro nelle intenzioni. Una silhouette rastremata sul portellone, di serie ad azionamento elettrico, a richiesta con l'automatismo legato allo scorrimento del piede sotto la fascia paraurti. Spazio che non manca, a bordo come per i bagagli. Cinque passeggeri più 605 litri di volume utile, per operazioni di carico agevolate dalla cappelliera motorizzata (optional). Per target di clientela e segmento, l'unità di misura diventano le sacche da golf. Oltreoceano, lo spazio per una qualifica abbondantemente le doti di carico di una supersportiva.

Arriveranno su Audi Q8 i cavalli esagerati, verranno siglati RS. Al lancio, invece, un appuntamento fissato nel terzo trimestre del 2018, scopriremo Audi Q8 50 TDI, ovvero, 3 litri turbo Diesel da 286 cavalli e 600 Nm. Una massa dichiarata in 2.145 kg, verve e consumi aiutati dal mild hybrid che è nello starter-alternatore a cinghia, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 10 Ah, capace di stoccare fino a 12 kW di energia recuperata dal motogeneratore, estendere l'impiego dello start&stop (già attivo da 22 km/h) e riattivare il propulsore dopo le fasi di coasting, possibile tra i 55 e i 160 km/h.

La trazione quattro permanente ricorre a un differenziale centrale meccanico, con ripartizione della coppia 40:60 in condizioni di marcia normali, salvo variare il rapporto in funzione dell'aderenza tra i due assi. Si dovrà attendere l'inizio del 2019 per accogliere il secondo TDI 3.0, sei cilindri da 231 cavalli sarà Q8 45 TDI, mentre il Q8 55 TFSI avrà validissime ragioni nei suoi 340 cavalli. Per tutti, trasmissione automatica Tiptronic 8 marce.

Ancora tecnica, oltre il telaio Space Frame in alluminio e acciaio (circa il 14%) lavorato a caldo. Le sospensioni utilizzano uno schema a 5 bracci tanto all'avantreno che al retrotreno, leve realizzate in alluminio e collegate a sistemi di ammortizzazione di serie a regolazione elettronica, a richiesta elementi adattivi pneumatici che consentono di variare l'altezza da terra e coprire una fascia di ben 90 millimetri rispetto al valore standard di 220 millimetri di luce tra corpo vettura e asfalto.

Il valore massimo, utile nei passaggi in fuoristrada, arriva a 254 millimetri. Tanto le sospensioni pneumatiche adattive quanto i profili di guida – quattro le modalità d'uso delle prime, sette i secondi – vengono gestiti dall'Audi Drive Select. Nella dinamica di marcia, non meno importante è la presenza dello sterzo integrale. Oltre il rapporto di demoltiplicazione variabile, l'asse posteriore sterzante: 5 gradi in fase con le ruote anteriori o controfase consentono di modificare virtualmente il passo, allungandolo a vantaggio della stabilità o riducendolo per un comportamento più rapido nel misto stretto.

Manopole e tasti fisici? A bordo, avvolti dai sedili sportivi o in pelle, massaggianti o ventilati, l'ambiente che si scopre è ipertecnologico. Istruzioni vocali – il riconoscimento avanzato consente l'interazione usando termini comuni – per dialogare con l'assistente di bordo, oppure, il ricorso ai due touchscreen del sistema MMI Touch Response. Il display dell'infotainment in plancia è da 10,1 pollici, il secondo, da 8,6 pollici, consente di gestire la climatizzazione e altre funzioni secondarie. Terzo schermo, dietro il volante, l'Audi Virtual Cockpit da 12,3 pollici, abbinato al sistema MMI Plus.

Interni dal sapore di futuro e non sono da meno i sistemi di assistenza alla guida. Dall'Adaptive Cruise Control avanzato, con modalità guida in colonna assistita, fino all'adeguamento ai limiti di velocità rilevati, fino ai dispositivi di parcheggio autonomo sorvegliato, che sia nel garage o in stalli su strada (Remote ParkPilot, disponibile in una fase successiva al lancio). A garantire il funzionamento sono i dati elaborati dall'unità elettronica, registrati attraverso 5 radar, 5 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser. Oltre il sistema di riconoscimento di stanchezza e fatica del guidatore, in caso di malore Q8 è in grado di rallentare, occupare la corsia d'emergenza, sbloccare le portiere ed effettuare una chiamata d'emergenza per l'invio dei soccorsi.

La personalizzazione – dei parametri d'uso come del suv – è la cifra di Q8. Un proprietario, fino a 4 utenti, grazie alla chiave Audi Connect di serie, che permette attraverso uno smartphone Android di sbloccare e chiudere le portiere e avviare il motore, nonché personalizzare fino a 400 diversi parametri secondo le proprie preferenze.

Superfluo dire della connessione veloce su rete LTE a bordo, più utile ricordare la presenza dei servizi Car-to-X, ovvero, lo scambio dati tra veicoli Audi in un determinato raggio, mirati alla segnalazione di indicazioni stradali ed eventuali pericoli registrati da chi, un certo tratto di percorso, lo ha affrontato in precedenza. Car-to-X integrato nei servizi Audi Connect.