Lasciarla oggetto da ammirare in un museo sarebbe stato un "crimine". Così, saggiamente, la decisione: Aston Martin Vanquish Zagato diverrà realtà. Lo era già sotto forma di concept, presentato in anteprima al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este. Lo sarà per un ristretto novero di facoltosi fortunati, 99 per l'esattezza, che potranno averla nel proprio garage. Ingloba lo stile senza tempo della carrozzeria Zagato in alcuni particolari chiave, la Vanquish.

Anzitutto nei  fari supplementari sulla calandra, insieme a quelli in coda, composti da singoli elementi a lama, ripresi dalla Aston Martin Vulcan. Poi il tetto con le due gobbe, proseguendo con il taglio del parabrezza e dei finestrini, a formare un unico elemento, che desse l'idea della visiera di un casco.

Del prototipo manterrà anche i pannelli della carrozzeria in fibra di carbonio, realizzati in elementi di ampie dimensioni per ridurre al minimo i tagli e gli accoppiamenti, scelta che premia la sinuosità delle forme. I dettagli color bronzo, sia sulla carrozzeria che all'interno, saranno un altro dei particolari di spicco della Vanquish Zagato, caratterizzata da un ambiente bicolore, con pelle anilina (optional) a rivestire la plancia e il motivo trapuntato a Z sui sedili e i pannelli porta.

Il motore V12 6 litri garantirà 600 cavalli, sufficienti per accelerare da zero a cento in 3"5. Tuttavia, davanti alla perfezione e l'eleganza di stile, i dettagli tecnici finiscono col passare in secondo piano. Le prime consegne sono attese tra gennaio e aprile 2017.

Aston Martin, avviata la produzione del nuovo V12

Jaguar F-Type SVR, primo contatto