Sono due modi insoliti di rappresentare la sportività NISMO. Nissan Leaf e Nissan Serena sposano colori e visione del reparto alte prestazioni Nissan e al Salone di Tokyo si presenteranno una in versione concept, l'altro, il van, pronto per la commercializzazione in Giappone, dal mese di novembre. Faranno compagnia a 11 proposte del marchio nipponico, che ha appena lanciato in Europa la seconda generazione dell'elettrica e presentato il piano Nissan Futures 3.0.

Gli interventi più chiari sono quelli stilistici e aerodinamici, l'accostamento bianco-rosso-nero tipico delle versioni NISMO caratterizza la Leaf, rivista nelle forme del paraurti anteriore, delle minigonne e dello spoiler. Ottimizzazioni che assicurano una minor portanza (si legge: più stabilità alle velocità elevate), senza incidere sull'efficienza aerodinamica, fondamentale per un'auto elettrica. I particolari rivisti permettono una migliore gestione dei flussi d'aria sotto l'auto e in coda, lo spoiler pur conservando le paratie utili a staccare i flussi ai lati del lunotto, adotta una forma più scavata. 

Non meno evidenti sono i cerchi in lega di grande diametro, gommati con pneumatici sportivi, anticipano in Nissan. Le sospensioni sono state riviste, al pari dell'elettronica di controllo, per offrire sempre la massima spinta del propulsore elettrico. 

Tipicamente giapponese è l'interpretazione del van Nissan Serena. Chi l'ha detto che non può trasformarsi in un van "sportivo"? Nuovo paraurti,  baffo rosso NISMO, minigonne a lama scomposte in tre parti: la personalizzazione dà nell'occhio e si abbina a una centralina modificata, sospensioni riviste nella taratura, scarico sportivo e cerchi maggiorati. 

LA GAMMA NISSAN E IL LISTINO PREZZI