Car sharing, elettrico, su tutta la regione, integrato con le ferrovie, collegato con gli aeroporti. Sono questi i punti salienti della società E-Vai, un servizio di mobilità elettrica che è il fiore all’occhiello nel campo del trasporto condiviso. Società lombarda, E-Vai è presente sul territorio con più di 100 E-Vai Point e vanta una flotta di auto elettriche omologate per il trasporto di 4/5 persone.

Veicoli a basso impatto ambientale che possono essere prenotati online o tramite l’App. Non è prevista alcuna quota di iscrizione e si paga solamente l’effettivo utilizzo della vettura. Le località interessate sono più di 30, e la società offre servizi per i cittadini come per aziende pubbliche e private.

Trasporto sostenibile: per Legambiente Milano al top, Roma arranca

In tutta la Lombardia

Sono quattro  primati di cui E-Vai è pioniere: è il primo car sharing che sfonda i confini urbani, estendendosi a tutto il territorio regionale; è il primo servizio integrato con le ferrovie regionali; è quasi interamente elettrico, anche in questo caso rappresenta una novità assoluta; ed infine è presente nei tre principali aeroporti lombardi, quelli di Malpensa, di Linate e di Orio al Serio.

Nata nel 2010 all’interno del gruppo FNM, la società ha consentito in questi anni una diminuzione di ben 1.000 tonnellate di CO2 nell’area in cui è andata a operare, interagendo con Ferrovienord per migliorare la qualità della vita e della mobilità locale.

Roma Tre e Sharengo, accordo per mobilità elettrica

Progetti europei tecnologici

Oggi E-Vai è presente in 32 stazioni ferroviarie, tre aeroporti e più di 50 Comuni. Gli investimenti di quest’anno mirano a raddoppiare la flotta di auto elettriche e ad aumentare gli E-Vai Point, senza intenzione di fermare la propria crescita. Le soluzioni offerte ai clienti sono varie, in base all’utenza. Public, Easy Station, Regional Electric o Corporate sono le alternative pensate per le esigenze di ogni privato o ente che si rivolge a E-Vai.

Oltre a questo sono stati pensati servizi specifici per i turisti, attraverso collegamenti con alberghi, residence o camping. Con I-SharE Life, progetto europeo coordinato da FNM, l’obiettivo è sperimentare un nuovo modello di car sharing elettrico per ridurre maggiormente gli inquinanti dei carichi atmosferici, grazie a modalità diverse di condivisione dei mezzi elettrici e diversi intervalli orari.

Il progetto Car-E Service, finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon2020, vede proprio E-Vai come suo partner insieme a CNR e FCA. E non finisce qui: E-Vai ha in corso un progetto di sperimentazione, insieme a Be Charge, di un sistema innovativo di gestione delle colonnine di ricarica e dei relativi spazi, sia a uso pubblico che riservata al car sharing E-Vai. La finalità è quella di integrare la flotta di E-Vai con il sistema di gestione delle infrastrutture di Be Charge, per consentire l’utilizzo delle colonnine di ricarica a tutti.