Mazda a lungo termine punta quasi esclusivamente sull'elettrico: l'intera gamma sarà completamente elettrificata entro il 2035. Questo ha annunciato la Casa al Global Tech Forum di Francoforte.

Come noto, altri Costruttori avevano annunciato tempistiche più strette. Mazda comunque ha un programma, come suo solito, chiaro e irreprensibile. In agenda c'è la produzione di auto Fuel Cell, ma l’elettrico verrà esplorato in tutte le sue sfumature. Ogni powetrain sarà messo alla prova dal mild hybrid all’ibrido plug-In dino alle versioni completamente elettriche.

La tabella prevede che nel 2019 arriverà la prima Mazda con tecnologia Mild Hybrid. Si tratta di auto con batterie più piccole di quelle tradizionali e costi inferiori. A differenza delle ibride standard non può però agire in modalità completamente elettrica.

Nel 2018 sarà presentata la prima Mazda al 100% elettrica, da lanciare sul mercato nel 2019. Dal 2021 entreranno invece nella gamma le  ibride plug-in. Addirittura dopo l'elettrica.

L'avanzamento tecnologico, fino a un certo punto, sarà su tutti i fronti. Ancora nel 2019 sarà introdotto il motore Skyactiv-X che funziona con accensione per compressione. Il benzina che consuma come un diese:  fornirà il 30% di coppia in più con un risparmio del 20% nei consumi. Ma anche il gasolio avrà ancora vita: il nuovo Skyactiv-D è annunciato per il 2020.

Mazda punterà ovviamente anche sulla guida autonoma. I primi test self drive inzieranno nel 2020 e porteranno 2025 alla prima auto in grado di viaggiare senza pilota.