Non solo 488F12 Berlinetta. Le attenzioni Novitec finiscono su Ferrari GTC4Lusso T. Sul motore V8 3,9 litri - passando dalla gestione elettronica - e sull’aerodinamica. Sono le aree sulle quali il tuner tedesco propone interventi migliorativi, che spaziano da una centralina modificata a due diverse soluzioni di scarico: in acciaio o nel leggero Inconel (lega di nichel e cromo), in grado di abbattere il peso dell’intera linea di ben 11 kg. A essere coinvolti sono anche i catalizzatori e il sistema di valvole che varia il sound del V8 in funzione del regime motore, flap ad attuazione remota. 

Il primo step di elaborazione assicura 691 cavalli e 857 Nm dall’intervento sulla centralina, incrementando di 81 cavalli e poco meno di 100 Nm la spinta del V8. L’abbinamento con lo scarico in Inconel porta ad abbattere il muro dei 700 cavalli, per arrivare a 709 cavalli e 882 Nm. Le prestazioni assolute registrano un miglioramento di 2 decimi in accelerazione sullo 0-100 km/h e l’innalzamento della velocità massima di 5 km/h, a 325 orari. A richiesta sono previste soluzioni personalizzate per modificare l’assetto, dagli interventi sulle sospensioni all’ampliamento delle carreggiate.

Quanto al pacchetto di stile, Novitec propone appendici aerodinamiche in fibra di carbonio lasciata a vista, composte da uno splitter in tre parti, due profili esterni e una lama centrale, applicate al paraurti. Lungo la fiancata, spazio a due elementi sottoporta, mentre nella zona superiore, uno spoiler più accentuato nel profilo è applicato sul bordo terminale del tetto e ha il compito di staccare i flussi in coda e ridurre le turbolenze; un secondo spoiler è installato alla base del lunotto.

Ferrari GTC4Lusso, primo contatto

Due opzioni anche al capitolo cerchi in lega. Il diametro differenziato, da 21 e 22 pollici, è comune tanto ai cerchi Novitec NF7 forgiati – che reclamano il primato di set più leggero sul mercato – quando alla specifica a cinque razze sdoppiate e anello esterno rivestito in fibra di carbonio.