Nel mondo del tuning s'è visto decisamente di peggio. Stravolgimenti assoluti di supercar che non avrebbero certo meritato certe sorti. Non è il caso dell'ultima fatica firmata Novitec Rosso, che interviene sulla Ferrari 488 Spider e personalizza in maniera inequivocabile la scoperta di Maranello, senza tuttavia mutarne i tratti essenziali. Si fa ampio sfoggio di fibra di carbonio, impiegata per sottolineare il pacchetto aerodinamico, composto da uno splitter specifico, minigonne con integrato un condotto per convogliare i flussi d'aria, proseguendo al posteriore con la duplice alternativa tra un modesto nolder e una più appariscente ala fissa.

Detto degli indicatori di direzione, delle cover dei fari posteriori e del cassettino dell'ala soffiata in fibra, Novitec Rosso regala alla 488 Spider anche una linea di scarico in Inconel, alternativa alla soluzione - comunque rielaborata - in acciaio. Unitamente al software di gestione del V8 biturbo modificato, si ottiene un incremento di potenza pari a 86 cavalli (669 quelli di partenza), sufficienti per innalzare la velocità massima a 342 km/h, dagli iniziali 327 km/h. 

Le sospensioni adottano una taratura rivista, mentre si potrà scegliere tra due diversi disegni di cerchi in lega, abbinati a svariati accostamenti cromatici. Le modifiche all'interno seguono le linee guida adottate per il design esterno, quindi un incremento delle parti in fibra di carbonio. 

Ferrari 488 GTB, la prova su strada

488 GTB, il tuning da 900cv di VOS