Decine di concept car futuribili e non. Pioggia di sport utility. Elettriche. Ma, per fortuna, anche tanti cavalli. Nel mondo automobilistico alla prese con una nuova rivoluzione industriale, il Salone di Francoforte regala soddisfazioni anche agli amanti delle prestazioni.

A partire dall’esagerata Mercedes-AMG Project One, la Formula 1 stradale da 1000 cavalli che verrà prodotta in soli 200 esemplari a un prezzo di 2,275 milioni ciascuno.

Proseguendo con le sportive made in Italy. La gran turismo convertibile Ferrari Portofino, protagonista assoluta dello stand di Maranello, equipaggiata con motore V8 turbo da 600 cavalli. O l’Aventador S Roadster di casa Lamborghini, per godere appieno del sound sviluppato dal V12 aspirato da 740 cavalli. A un prezzo di 313 mila euro Iva esclusa. O le Maserati Ghibli GranLusso e GranSport con il V6 potenziato e portato a quota 430 cavalli.

Rimanendo in tema di esclusività doveroso citare la nuova Bentley Continental GT: un salotto di 4,8 metri di lunghezza capace di raggiungere i 333 km/h grazie al ben noto 6 litri W12 biturbo ulteriormente affinato per sviluppare 635 CV e 900.

Bmw M5 è una delle protagoniste dello stand bavarese: la nuova generazione della grande berlina sportiva vanta 600 cavalli di potenza e 750 Nm di coppia per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3"4. E soprattutto è la prima M5 dotata di trazione integrale. 

Tornando con i piedi per terra, Audi ha svelato la nuova RS4 Avant, station wagon prestazionale che arriverà nell’arco del 2018 equipaggiata col motore biturbo V6 da 450 cv e ben 600 Nm di coppia (+170 Nm in più rispetto al modello precedente) già a 1900 giri. Per scattare da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi e raggiungere la velocità massima di 280 km/h, optando per il pacchetto Dynamic RS.

A catalizzare gli sguardi nello stand Seat la Leon Cupra R, la più potente mai realizzata: un’edizione limitata in soli 799 esemplari con motore da 310 cv e carrozzeria carbonio e rame.