BMW M5, provate a prenderla se ci riuscite. La nuova generazione della grande berlina sportiva mostra i muscoli. In breve: 600 cavalli di potenza, 750 Nm di coppia, trazione integrale e accelerazione da 0 a 100 km/h in 3"4. Un poker d'assi per una delle regine del prossimo Salone di Francoforte.

Eccola, la prima M5 in 33 anni di storia del modello a trazione integrale. Una lunga quattro porte a due volumi con un temperamento da auto da corsa: l’indole rimane sempre quella, ma portata al top della tecnologia.

Il sistema M xDrive è una trazione integrale sviluppata per le altissime  prestazioni. Decisivo il sistema di controllo M, che può spostare la coppia in modo completamente variabile tra l’asse anteriore e posteriore. Questo grazie a una frizione gestita da algoritmi specifici. Il differenziale Active M sul posteriore può variare il bloccaggio dallo 0 al 100%. 

Ci sono molte regolazioni. Quella del controllo stabilità DSC - DSC on, MDM, DSC off - e dell’M xDrive: 4WD, 4WD Sport, 2WD. Con DSC attivata e 4WD il sistema permette di far scivolare leggermente le ruote in uscita dalle curve e accentuare l’indole sportiva. Chi invece vuole driftare facile, anche col 4x4 inserito, deve abbinare MDM con con 4WD Sport. Poi è chiaro che con la trazione posteriore inserita (2WD) la questione diventa per manici veri. Perchè è completamete dinsinerito il DSC (ESP)!

Alla spinta ci pensa il V8 di 4.4 litri dotato di tecnologia M TwinPower Turbo. Un motore noto, ma portato al suo zenit. Che significa una potenza di 600 cavalli a 5.600 giri, una coppia di 750 Nm da 1.800 giri.

Che permettono un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3”4, da 0 a 200 km/h in 11”1 e una velocità massima, se si opta per il pacchetto opzionale M Driver, di 305 km/h. Il cambio è l’efficientissimo M Steptronic a otto marce, adatto al passo velocissimo, ma anche a quello felpato.

Le sospensioni, regolabili, sono state ottimizzate durante il lungo lavoro di rifinitura al Nürburgring. La nuova M5 è stata sviluppata per fornisre un feedback istantaneo. Per gestirle ci sono le modalità Comfort, Sport e Sport Plus e il sistema VDC (Variable Damper Control) che dispone di regolazione specifico M.Le sospensioni possono essere configurate in Efficient, Sport e Sport Plus. I due tasti M1 e M2 sul volante in pelle M possono essere utilizzati per memorizzare due configurazioni che combinano la preferenza del conducente per il motore, la trasmissione, la sospensione e le modalità M xDrive, la modalità DSC e le impostazioni Head-Up-Display.

I freni di serie sono in materie composito, il cofano è in alluminio, il tetto è in CFRP. Le modifiche aerodinamiche rispetto alle altre Serie 5 sono per convogliare aria ai freni. I quattro scarichi di fatto hanno un sound regolabile. I cerchi standard sono da 19”, ma possono arrivare a 20”.

All’interno ci sono i sedili in pelle Merino con regolazione elettrica. La nuova BMW M5 arriverà sul mercato a settembre, con un prezzo in Germania di 117.900 euro. Le consegne inizieranno a primavera. Ma per chi vuole l’esclusiva c’è la M5 First Edition, a tiratura di 400 esemplari, con verniciatura speciale Individual Frozen Dark Red e altri dettagli, al prezzo di 137.400 euro.