Honda

Honda CR-V: sei generazioni, innumerevoli successi

Honda CR-V: sei generazioni, innumerevoli successi

Quasi 30 anni di successi commerciali per Honda CR-V. Giunto alla sesta generazione – che introduce il sistema ibrido plug-in e:PHEV – il Suv top di gamma giapponese si è distinto fin dalla prima serie, contribuendo a rendere popolare tale tipologia di veicoli. Lanciato nel 1995 in Giappone e nel 1998 nel nostro Paese, CR-V (Acronimo di Comfortable Runabout – Vehicle, un veicolo compatto, facile da guidare, versatile e confortevole) spiccava per soluzioni come tavolino da picnic estraibile e ruota di scorta al portellone, che ne indicava l’indole (anche) fuoristrada. Caratteristica abbandonata nel 2008 con la terza generazione – dopo la seconda serie prodotta dal 2002 al 2007 – che introduceva il tipico design Suv da berlina rialzata, con forme meno squadrate e linee sportive. Nel 2012 la quarta generazione, più leggera ed efficiente grazie al motore 2,4 litri a benzina migliorato e più tecnologica, con inedito display touch centrale per la navigazione satellitare in abitacolo. La quinta e penultima serie (2017-2022) ha segnato il debutto di motore turbo e ADAS avanzati e attivi. Inoltre, nel 2020 l’arrivo del powertrain ibrido full con 2.0 benzina a ciclo Atkinson e doppio motore elettrico.

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese