Venticinque esemplari per cominciare. Una produzione di 250 veicoli ogni anno dal 2020. Sono gli orizzonti fissati dalla Scuderia Cameron Glickenhaus sul progetto SCG 004S, sportività stradale meno estrema della 003, destinata a seguirne le orme nelle competizioni, con l’affiancamento alla 004S della versione GT3 e GTE/GTLM. Andrà in strada da metà 2018 per i primi test con prototipi marcianti, serviranno 18 mesi prima che i clienti ricevano le Founders Edition, così, l’appuntamento è al 2019. 

Dopo aver ottenuto la licenza dalla NHTSA per realizzare veicoli in piccola serie, Glickenhaus svela una supersportiva 3 posti, sedile di guida centrale, pochi fronzoli hi-tech all’interno e tanti richiami old style, sotto forma di una miriade di indicatori analogici e un bel cambio manuale 6 marce. A richiesta, si potrà avere il cambio elettroattuato con palette al volante.

I primi numeri della SCG 004S svelano un motore twin-turbo, si attende un V8, da 5 litri di cubatura e in grado di sviluppare circa 650 cavalli e 720 Nm. Supercar dal peso piuma, dichiara una massa di appena 1.180 kg, grazie all’impiego di un telaio e carrozzeria in fibra di carbonio, a richiesta anche lasciata a vista. I rendering dichiarano linee originali, dalla rastremazione della cellula abitacolo, a goccia, alle appendici aerodinamiche a ponte, tanto sull’anteriore che al retrotreno.

SCG ha comunicato anche il prezzo, fissato sui 400 mila dollari (circa 340 mila euro).